L’Unisalento ha una sezione universitaria dell’Inaf

  • In LECCE
  • ven 21 Febbraio 2020
L’Unisalento ha una sezione universitaria dell’Inaf

Inaugurata oggi la sezione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica

LECCE - L’Università del Salento di Lecce avrà una sezione universitaria dell’Inaf- Istituto Nazionale di Astrofisica per una prima collaborazione-pilota. Una collaborazione, prima del genere, che nasce con l’UniSalento dal consolidamento di un’esperienza ormai cinquantennale nel campo degli studi e della didattica in Astrofisica. Del 1969 è l’istituzione della Facoltà di Scienze nell’Ateneo di Lecce, oggi Università del Salento; del 1973 l’inizio delle attività del Laboratorio di Astrofisica e l’attivazione di un curriculum astrofisico per la laurea in Fisica; del 1993 l’avvio dell’attività legata allo Spazio con la partecipazione allo sviluppo della missione interplanetaria Mars94. Numerosi i laureati e dottori di ricerca che hanno ottenuto successi e posizioni prestigiose nel settore.

Oggi, 21 febbraio 2020, l’inaugurazione nella sala conferenze del Rettorato che, nell’occasione, ha visto illustrate le attività di ricerca, didattiche e divulgative che verranno sviluppate in collaborazione tra le due istituzioni.
L’Istituto Nazionale di Astrofisica è il principale Ente di Ricerca italiano per lo studio dell’Universo. L’Inaf promuove, realizza e coordina – anche nell’ambito di programmi dell’Unione Europea e di Organismi internazionali – attività di ricerca nei campi dell’astronomia e dell’astrofisica, in collaborazione sia con le Università che con altri soggetti pubblici e privati, in Italia e all’estero. L’Inaf, inoltre, progetta e sviluppa tecnologie innovative e strumentazione d’avanguardia per lo studio e l’esplorazione del Cosmo, favorisce la diffusione della cultura scientifica grazie a progetti di didattica e divulgazione dell’Astronomia rivolti alla scuola e alla società.

In occasione dell’inaugurazione della sezione leccese dell’Inaf, che svilupperà le sue attività in stretto contatto con le strutture di ricerca UniSalento, sono intervenuti il rettore Fabio Pollice, il presidente dell’Inaf Nicolò D’Amico e il responsabile della sezione salentina dell’Inaf Francesco Strafella, nonché il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, l’assessore regionale alla Formazione e lavoro Sebastiano Leo, ed altre autorità.

Dalle 14.30 spazio alle relazioni scientifiche, che toccheranno vari aspetti interessati dalle attività di ricerca presenti e future. Relazioneranno i ricercatori Davide Elia (“Dalle nubi alle stelle: la formazione stellare della Via Lattea”), Romolo Politi (“Esplorazione del Sistema solare ed Esopianeti”), Vincenzo Testa (“Grandi telescopi per la ricerca di pianeti extrasolari”), Melania Del Santo (“La morte delle stelle: nane bianche, stelle di neutroni e buchi neri”), Francesca Panessa (“Buchi neri al centro delle galassie”), Giulia Alemanno (“Marte tra dati orbitali ed esperimenti di laboratorio”), Achille Nucita (“La missione Euclid: materia ed energia oscura nell’Universo”), Francesco De Paolis (“Microlenti gravitazionali”) e Domenico Licchelli (“Piccoli telescopi, grandi risultati”); conclusioni di Francesco Strafella.
L’organizzazione è a cura di Marcella D’Elia, che ha la responsabilità tecnica del Laboratorio di Spettroscopia Astrofisica Infrarossa e del Laboratorio di Microscopia Elettronica a Scansione dell’Università del Salento – Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi”.