La Taranto Opera Festival è al femminile con dedica al melodramma

La Taranto Opera Festival è al femminile con dedica al melodramma

Tre gli appuntamenti nell’arena della Villa Peripato con madrina Katia Ricciarelli

TARANTO - Sarà “La Traviata” di Giuseppe Verdi ad aprire la rassegna Taranto Opera Festival promossa ed organizzata dal Comune di Taranto - Assessorato alla Cultura e dall'associazione musicale Domenico Savino di Taranto. La Città dei due mari attende per tre eventi estivi grandi nomi internazionali e talenti della lirica tra artisti, registi e cantanti per una rassegna dedicata al melodramma.

L’inaugurazione è fissata per il 28 giugno 2019, a cui seguiranno altri due appuntamenti che si svolgeranno nei mesi estivi nell'arena della Villa Peripato di Taranto. Il cartellone è promosso e curato dall'assessore alla Cultura del Comune di Taranto Fabiano Marti, dal direttore artistico, il maestro Davide Dellisanti, dai maestri Pierpaolo de Padova e Paolo Cuccaro, che guidano l'associazione musicale Domenico Savino.

"La Traviata" di Giuseppe Verdi, prima opera in cartellone, vede alla regia Ines Salazar, mentre direttore di coro e orchestra TarantOperaFestival è Davide Dellisanti. Il secondo spettacolo sarà portato in scena il 13 luglio e vedrà la partecipazione dell'ospite d'onore, madrina della manifestazione, Katia Ricciarelli in un "Gran galà lirico"; il 3 agosto 2019, infine, si chiude con "Elisir d'Amore", regia di Giovanna Nocetti, direttore Davide Dellisanti, coproduzione Opera Fuerteventura, coro ed orchestra TaranOperaFestival. Tutti gli spettacoli si svolgeranno nell'arena della Villa Peripato, a Taranto, con inizio alle ore 21.

Tra le voci, sarà possibile ascoltare Cristina Park, originaria della Corea del Sud, ha tenuto più di 500 concerti tra Cina, Giappone, Corea, Stati Uniti, Francia, Svizzera, Ecuador. E’ vincitrice di alcuni tra i concorsi lirici più importanti in Italia come " Premio Renata Tebaldi (2000) e "San Remo Classica" (1998). Nel Taranto Opera Festival, sarà Violetta Valéry ne “La Traviata”. Dulcamara, in “Elisir d'Amore”, sarà interpretato a Taranto da Domenico Colaianni, basso-baritono pugliese, è stato diretto dai più famosi direttori d'orchestra del mondo come Lorin Maazel, Daniel Oren, Gustav Dudamel, Daniele Gatti e registi come Franco Zeffirelli. Canta nei più prestigiosi teatri italiani come: Teatro alla Scala di Milano, San Carlo di Napoli, La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, Teatro Municipale di Bologna. Al femminile la firma di due importanti registe, Inés Salazar e Giovanna Nocetti. Inés Salazar è una cantante venezuelana, ha vinto il premio Maria Callas (1990), famosissima la sua interpretazione di “Tosca” al teatro alla Scala di Milano con Luciano Pavarotti e Placido Domingo. Nel Taranto Opera Festival curerà la regia de “La Traviata”.

La regia di “Elisir d’amore” sarà siglata da Giovanna Nocetti, cantante di musica leggera, partecipa del 1970 al Cantagiro con una canzone scritta da Mino Reitano, nel 1971 a “Canzonissima” con la canzone “Sorge il sole”, nel 1972 ad “Un disco per l'estate” con la canzone "Perché perché". Compone una sua versione dell'Ave Maria che canta al Papa Giovanni Paolo II in Sala Nervi nel 1984. Per informazioni sui biglietti si può consultare il sito web di Taranto Opera Festival.


Articoli più letti