Rally del Salento con tante novità a partire da Melpignano

  • In LECCE
  • ven 20 Aprile 2018
Rally del Salento con tante novità a partire da Melpignano

E’ qui che si svolgerà la gara con l’accordo tra Aci Lecce e Fondazione “La Notte della Taranta”

LECCE - Il 51° Rally del Salento, in programma il 1° ed il 2 giugno 2018, si svolgerà con un accordo tra l’Automobile Club Lecce e la Fondazione “La Notte della Taranta”. La manifestazione sportiva in programma a Melpignano sarà valida quale seconda prova del Campionato Italiano WRC.

E mentre si mettono a punto i dettagli della gara, ieri a Lecce nella sede dell’Aci è stato siglato il protocollo d’intesa che impegna i due enti ad avviare un percorso di collaborazione comune, volto a promuovere e valorizzare attraverso le loro rispettive manifestazioni simbolo, la crescita e l’immagine del territorio salentino.


>


Nel dettaglio con questo accordo, l’Automobile Club Lecce si impegna a promuovere tramite i propri canali informativi tutte le iniziative promosse dalla Fondazione “La Notte della Taranta” la quale a sua volta si impegna a divulgare le immagini del Rally del Salento, contenenti quindi anche gli sponsor istituzionali e le iniziative legate alla sicurezza stradale durante tutti i concerti che si terranno fino a dicembre.

La prestigiosa manifestazione organizzata dall’Automobile Club di Lecce con il supporto di Acisport, Automobile Club d’Italia e della Scuderia Piloti Salentini, ha svelato alcuni particolari dell’edizione 2018. La manifestazione arricchita ed accompagnata ora, dall’accordo di collaborazione con la Fondazione “La Notte della Taranta” per una sinergia che si presenta come un nuovo ed inedito canale per la valorizzazione turistica ed economica. del territorio salentino, ricco di fascino, di tradizioni, di cultura e di bellezze naturali. Dal punto di vista tecnico la manifestazione, tra le più impegnative del panorama nazionale, sarà valido come seconda prova del Campionato Italiano WRC, nonché con lo stesso tracciato, come appuntamento d’apertura della Coppa Italia Quarta Zona e come terzo atto del Campionato Regionale a coefficiente 1,5. La prima di una serie di novità riguarda il complesso apparato logistico con la cittadina di Melpignano che sarà completamente coinvolta nella gara ospitando il quartier generale e le verifiche sportive e tecniche presso l’ex Convento degli Agostiniani, la pedana di partenza in piazza San Giorgio, la cerimonia d’arrivo nel piazzale antistante l’Ex Convento degli Agostiniani (luogo deputato ad ospitare anche il Villaggio Rally e noto ai più per essere ogni anno il luogo dove si svolge il concertone finale del Festival della Notte della Taranta), i riordinamenti a Palazzo Castriota e il Parco Assistenza presso la Zona Industriale. Ma Melpignano avrà anche un ruolo attivo per ciò che concerne la classifica di gara in quanto sarà teatro della nuova prova spettacolo d’apertura denominata “La Taranta” in programma nella serata del 1° giugno e che sarà allestita nei pressi dell’ex Convento degli Agostiniani. La sezione cronometrata del percorso sarà poi completata nella giornata del 2 giugno con la triplice ripetizione delle prove, già affrontate lo scorso anno, di Martignano, Santa Cesarea e Specchia.

E’ stato individuato un nuovo tracciato anche per il test collettivo pre-gara, lo ”shakedown”, che si svolgerà tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio di venerdì 1 giugno lungo le arterie rurali di Contrada Padulaci a Soleto. Insieme alla gara “moderna”, lo staff organizzativo dell’Automobile Club Lecce, mosso dalla grande passione per lo sport dei motori, ha deciso di dar spazio anche alle vetture storiche che stanno avendo sempre maggiore popolarità nell’Italia da corsa, dando vita alla prima edizione del Rally Storico del Salento che vedrà i partecipanti accodarsi al rally maggiore per affrontare solo le prime sette prove speciali. Parlando sempre di vetture storiche e dopo il positivo riscontro ottenuto lo scorso anno nell’edizione d’esordio, verrà poi riproposto il Raduno Storico del Salento. Ulteriori dettagli organizzativi e aggiornamenti visibili sul sito ufficiale della manifestazione di Rally del Salento.

“È emozionante - ha esordito nel corso del suo intervento alla sottoscrizione dell’accordo, il presidente dell’Automobile Club Lecce Aurelio Filippi Filippi - vedere l’interesse che quest’idea di legare il nome del Rally del Salento a ‘La Notte della Taranta’ sta suscitando. La nostra è una manifestazione che resiste nel tempo anche perché offre degli standard qualitativi e di sicurezza elevati e che non tutte le manifestazioni possono o sono in grado di offrire, anche per questo il Rally del Salento è meritevole d’interesse. È una vetrina importante per il territorio e questo accordo testimonia anche come gli enti ne riconoscono la valenza e l’importanza”.

Teresa Elvira Sambati, direttrice dell’Automobile Club Lecce oltre a presentare le iniziative che ruotano attorno alla manifestazione tra cui il Villaggio Rally, Il Raduno Storico, il Rally Storico del Salento e il concerto a fine manifestazione dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta, si è soffermata sulle finalità che hanno prodotto quest’idea di co-branding.

“Il Rally del Salento – ha detto Sambati - non è solo sport, così come ‘La Notte della Taranta’ non è solo musica. Sono due eccellenze del territorio, due importantissime leve strategiche di attrattiva turistica che coniugano la passione per la competizione con l’emozione della musica che è un linguaggio universale”.

Il presidente della Fondazione “La Notte della Taranta”, Massimo Manera ha spiegato di aver “accettato senza indugi la proposta di collaborazione avanzata dall’Automobile Club Lecce perché ne abbiamo compreso appieno e condiviso da subito le ragioni che sono quelle di lavorare assieme per far si che due eventi, di elevata importanza, moltiplichino la loro visibilità e quella di quest’area della Puglia rendendola più appetibile anche in periodi di destagionalizzazione”.

Compiaciuta per l’impegno profuso da entrambe le parti, l’assessore regionale all’Industria Turitica, Culturale e Gestione e valorizzazione dei beni culturali, Loredana Capone, si è soffermata sull’idea vincente di fare sistema unendo l’impegno dei vari enti e di diverse amministrazioni. “Unire arte – ha detto - quindi la musica, i monumenti i centri storici agli eventi sportivi di grande richiamo richiede un impegno organizzativo che fa la differenza e che inevitabilmente produce i suoi effetti. Vedere il Rally del Salento nel centro storico di Melpignano o vicino all’Ex Convento degli Agostiniani non può che essere un idea vincente perché poi queste manifestazioni diventano uno strumento di promozione del territorio. Ci portano su riviste specializzate che sono dirette a persone che hanno una forte capacità di spesa e che quando vengono rimangono incantate dalla bellezza dei nostri luoghi e decidono poi di ritornarci per trascorrere le vacanze”. 

Un sentito ringraziamento all’Automobile Club Lecce è stato anche espresso dal sindaco di Melpignano Ivan Stomeo.