728 x 90

I geologi presentano, in quattro eventi, il mistero sotterraneo

  • In LECCE
  • lun 12 Febbraio 2018
I geologi presentano, in quattro eventi, il mistero sotterraneo

Incontri con esperti e visite a doline, sprofondamenti carsici e corsi d’acq

LECCE - La Lecce rurale, quella sotterranea, sarà il tema di uno di un ciclo di incontri organizzato dall’Ordine regionale dei geologi della Puglia su “Lecce geologica” mirato a far conoscere il patrimonio geologico della ‘Firenze del Sud’. Per svelare il mistero sotterraneo sconosciuto soprattutto ai cittadini comuni.

Gli incontri in programma mirano a far conoscere le forme del territorio a condividere elementi geologici la cui conoscenza consente una corretta programmazione e pianificazione del territorio. Una imperdibile occasione per parlare di geologia mediante conferenze nelle quali si relazionerà con esperti di vari settori e per osservare le varie forme del territorio con uscite sul campo visitando doline, sprofondamenti carsici, corsi d’acqua, frantoi sotterranei, e tanto altro.

L’intero evento gode del patrocinio del Comune di Lecce e del Parco naturale Bosco e Paludi di Rauccio, ed è curato dal geologo Stefano Margiotta, che ha condotto numerosi lavori e ricerche sul territorio del Comune di Lecce, nonché dal presidente dell’Ordine regionale dei geologi della Puglia Salvatore Valletta, da Antonio de Rinaldis, funzionario tecnico biologo del Comune di Lecce e in sinergia con l’assessore alle Politiche urbanistiche e strategiche del Comune di Lecce, Rita Miglietta.

Quattro gli appuntamenti con temi distinti, che si svolgeranno, a cadenza mensile, da febbraio a maggio 2018, e che ha pure lo scopo di aggiornare sui risultati delle ultime ricerche svolte nel territorio comunale avvicinando e sensibilizzando la società civile ai temi geologici.

Si parte con l’incontro “Lecce rurale sotterranea: dalla conoscenza del patrimonio alla valorizzazione” che si svolgerà a Lecce il 16 ed il 17 febbraio prossimi, organizzato in collaborazione con l’Ordine degli architetti della Provincia di Lecce; successivamente, sempre a Lecce, il 23 ed il 24 marzo 2018 si svolgerà il secondo evento “Le vie dell’acqua a Lecce” ed ancora il 20 ed il 21 aprile 2018 si affronterà il tema legato al “Patrimonio e le emergenze geologiche del territorio comunale di Lecce”. Il 26 maggio 2018 è prevista invece una “Giornata di Sport e Geoturismo” all’interno del Parco naturale Bosco e Paludi di Rauccio dove dopo una breve descrizione delle valenze geologiche e biologiche del sito, si svolgeranno attività sportive podistiche, di orientamento e di stand up paddle (sup) con percorsi appositamente ideati per attraversare siti di interesse geologico.

L’osservazione degli elementi geologici offre, da un lato, ottime possibilità di nuove forme di sviluppo del territorio ad esempio tramite il recupero dei beni sotterranei rurali, l’utilizzo delle risorse idriche sotterranee a scopi geotermici, il recupero e il riuso anche a scopi turistici di siti di interesse geologico come le cave, i sinkhole, dall’altro lato pone l’attenzione su problematiche di grande attualità e di forte interesse sociale quali la desertificazione, l’erosione costiera, l’inquinamento delle falde, la delicata situazione di immobili costruiti su terreni dalle scarse proprietà fisico – meccaniche e che quindi, di fatto, si trovano in condizioni di rischio.