La Puglia festeggia la musica con tanti eventi dedicati

  • In BARI
  • ven 21 Giugno 2019
La Puglia festeggia la musica con tanti eventi dedicati
Il pianoforte nell'Aeroporto di Bari

Diverse le location oltre alle piazze, aeroporto e ospedali, così come i generi eseguiti

BARI - Noto su note e ritornelli dopo ritornelli risuoneranno anche in Puglia per la Festa internazionale della Musica oggi, 21 giugno 2019. Tanti gli eventi in programma, alcuni straordinari per location e per ospiti, altri riconferme, ma tutti gratuiti e finalizzati a diffondere l’amore per la musica, l’unica arte comprensibile da chiunque poiché genera emozioni in chiunque l’ascolti.

A Bari, oltre al concerto sul sagrato della Chiesa di San Ferdinando in via Sparano, è previsto un evento nell’area imbarchi dell’aeroporto Karol Wojtyla dove si susseguiranno, a partire dalle ore 10, e per tutta la mattinata, esibizioni di musicisti, in erba e professionisti, che celebreranno la musica in tutte le sue declinazioni. Ad aprire l’iniziativa sarà Fabio, 9 anni, una passione per il pianoforte mostrata già in tenerissima età sfociata nell’ammissione, nel 2018, al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, che presenterà un repertorio di canzoni popolari tedesche, inglesi e francesi per bambini. Subito dopo si esibirà il trio di archi e pianoforte formato da Clelia Sguera, violino, Vincenzo Anselmi, viola, e Vito Liturri al pianoforte. Liturri - docente di Composizione al Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera – si esibirà anche in un “assolo” di brani di sua creazione. Dalle melodie classiche a quelle contemporanee, la giornata proseguirà con il pianista Chicco De Angelis, per poi concludersi con l’esibizione del duo formato da Matteo Palermo e Luigi Poliseno, talentuosi chitarristi accomunati dalla grande passione per la musica e dal fatto di essere entrambi dipendenti di Aeroporti di Puglia. Una festa della musica che, come annuncia il presidente di Aeroporti Puglia, Tiziano Onesti, proseguirà sino alla fine del mese di luglio. Il pianoforte a coda resterà infatti a disposizione di quanti vorranno esibirsi, anche improvvisando, per regalare un piacevole intervallo musicale ai tanti passeggeri in partenza, magari proprio da uno di loro in attesa dell’aereo che lo porterà in vacanza o nella sua città natale. Sarà un modo per creare collegamenti culturali, sociali, abbattere ogni barriera contribuendo all’inclusione di popoli e territori.

A Bitonto torna invece “Flatatùm, il Festival bandistico della città di Bitonto, giunto alla quinta edizione. Dallo spettacolo su De Andrè, al concerto della la Grande Orchestra di fiati “G. Ligonzo” (Conversano); prima volta in Puglia per la Banda Musicale Calabrese “Donne in Musica”. Partito ieri, 20 giugno, proseguirà sino al 23 giugno. Promosso dall’associazione musicale culturale “Davide delle Cese”, è un omaggio alla banda di paese e vanta la direzione artistica di Vito Vittorio Desantis per un’offerta ricca e diversificata capace di rilanciare in grande stile la musica bandistica. Si passerà dalla poesia di De Andrè evocata con sonorità nuove, al tocco rosa della banda al femminile che arriva da Rombiolo; dai bersaglieri della Fanfara Anb sez. di Massafra alla Grande Orchestra di Fiati “Gioacchino Ligonzo” cui toccherà rinnovare il grande legame con la città di Bitonto e non mancheranno le performance di alcune tra le più rinomate street band pugliesi, che porteranno una ventata di allegria per le strade della nostra città. Per festeggiare la Giornata internazionale della musica e l’arrivo dell’estate, il giorno più lungo dell’anno, il 21 giugno ci sarà un giro per le vie della città con la “Bassa musica città di Bitonto” di Tarantino e a seguire l’orchestra di fiati S. Cecilia di Modugno. Alle 18.30 la parata per le vie del centro, mentre alle 19 sulla Cassarmonica i fiati si uniranno per un concerto di marce sinfoniche della tradizione pugliese. Alle 20 appuntamento clou con i ragazzi della Rete Organizzazioni Area Disabilità (Road) che si esibiranno sul campo di calcio in via Togliatti per la Festa della Musica. Il 22 giugno sarà la giornata dedicata alle donne: per la prima volta in Puglia si esibirà la Banda Musicale “Donne in Musica” Città di Rombiolo, in arrivo direttamente dalla provincia di Vibo Valentia. Le musiciste, dirette dal maestro Irene Larosa, alle 18.30 faranno una parata in città per poi fermarsi, alle 19.30, sulla Cassarmonica per il concerto. A seguire, dalle 20, per le vie e le piazze principali di Bitonto la “Dixifrixi”, la “Quattroperquattro Street Band” e la “Euroband” di Altamura animeranno con le loro notevoli performance artistiche una serata che si prevede “stellare”, fino a giungere in piazza Cavour alle 22.30 per il raduno finale. Si termina il 23 giugno con un programma all’insegna della tradizione con l’immancabile appuntamento con i Bersaglieri. Si comincia alle 18.30 quando la Fanfara Anb Massafra si esibirà con una parata per le vie della città fino a fermarsi, alle 19, in piazza Cavour per il concerto di marce militari e bersaglieresche. Alle 20 il “Bandalarga Puglia Festival”, presenterà nella città di Bitonto la Banda di Conversano “G. Ligonzo” diretta dal maestro Angelo Schirinzi. Alla serata prenderà parte anche il mezzosoprano Teresa Tassiello con il coro di voci bianche dell’associazione musicale “G. Ligonzo”.

Tre giorni di festa anche a Martina Franca, dal 21 al 23 giugno, con appuntamenti in diverse piazze della città. Si inizia alle ore 20 del 21 giugno in piazza Plebiscito con “Festa della Musica – Musica Fuori centro”, a cura di Proloco; alle ore 20.30 nell’atrio del Villaggio di Sant’Agostino “Chiostro in Musica” a cura di Armonie d'Itria; alle ore 21 in piazza XX Settembre il “Wood Itria Music Fest con “Salvatore Russo Trio” e “Squad”, a cura di WoodItria; pop art sarà protagonista dalle ore 21.30 in piazza Maria Immacolata con un evento a cura di Teatrovocantando. Il 22 inizio alle 21 in piazza XX Settembre con l’esibizione di Twice, Stefano Barbati e Paola Ceroli, Tageros Duo, poi dalle 21.30 The Guardians in piazza Maria Immacolata con “La musica Pop dagli anni 50 ad oggi” a cura dell’Accademia Musicando ed il 23 giugno con “Piano Improvvisation” (ore 12 piazza XX Settembre) e, i concerti di Danilo Pronat e FPS – Stefano Barbati e Govida Gari e Fabrice de Graaf (ore 21 piazza XX Settembre). Alle ore 22 sempre nella stessa piazza Carlo Massarini racconterà il “Festival di Woodstock, 50 anni dopo. Le musiche, gli artisti, i retroscena, l’importanza ancora oggi”. Tutti gli eventi sono patrocinati del Comune di Martina Franca e rientrano nel calendario “Martina, vento d’estate”.

E sarà festa della musica pure per i malati oncologici visto che a Taranto a partire dalle ore 17.30 del 21 giugno il reparto di Oncologia all’ospedale Moscati ospiterà “Note d’autore-Volontà di costruire” con l’Armoni ensemble Guitar trio, la musica è infatti una terapia per l’anima che fa gioire, commuovere, vivere. E sempre a Taranto, ma nel Museo Archeologico nazionale MarTa, sono previsti una conferenza e concerti in collaborazione con l’istituto superiore di Studi Musicali “Giovanni Paisiello”. Dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 18 diverse classi musicali si alterneranno nelle sale, per allietare i visitatori con brevi quadri musicali. L’accesso sarà libero alla performance nella hall, per le altre bisognerà pagare il biglietto d’ingresso al Museo. Alle ore 18, nella sala “Incontri” si terrà la conferenza dal titolo: “Musica, dissenso e cultura underground negli anni Sessanta”, a cura del professor Antonio Basile (direttore scientifico del Civico Museo Etnografico "Alfredo Majorano" di Taranto). Nell’evento, con accesso gratuito, si parlerà degli anni Sessanta e cosa ha rappresentato il decennio caratterizzato dal più importante rinnovamento generazionale che il secolo scorso abbia mai visto, persino attraverso la musica con la prima la beat generation e la musica jazz e in seguito, la musica pop, gli Hippies, i Provos, gli artisti della pop art, diventano il nuovo modo di espressione dei giovani, che si identificano sempre di più nei loro idoli musicali.

Altri articoli interessanti
"Concerto gratis per la giornata internazionale della musica" a Bari
"Per la festa della musica concerto di tre soprani nel museo" a Canosa di Puglia