Una sala lettura nel Centro Famiglie del quartiere S. Girolamo-Fesca

  • In BARI
  • gio 11 Aprile 2019
 Una sala lettura nel Centro Famiglie del quartiere S. Girolamo-Fesca

Si tratta di “Si va in biblioteca” finanziato da Soroptmist-Club Bari e l’Assessorato al Welfare

BARI - Il Centro Famiglie al quartiere San Girolamo di Bari ha, da oggi, una sala lettura con 300 libri e audiolibri per la biblioteca di comunità e il progetto "Si va in biblioteca" per invitare donne, disabili, bambini e genitori alla lettura e alla socializzazione.

L’iniziativa è stata finanziata dall'Associazione internazionale Soroptimist-Club Bari, in collaborazione con l'Assessorato al Welfare del Comune di Bari ed è arricchita da postazioni e casse bluetooth, con aree tematiche per i 300 testi: donne, teatro, integrazione culturale, genitorialità, prima infanzia, disabilità. Per quest’ultima, anche libri con rinforzi comunicativi, che utilizzano strumenti di Caa (Comunicazione aumentativa e alternativa). In più c’è la sezione audiolibri.


>


Si tratta di un regalo per la comunità ma pure per il primo compleanno del Centro Servizi per le famiglie di San Girolamo-Fesca. Dono destinato sia ai circa mille utenti della struttura sia a tutta la cittadinanza, grazie al progetto "Si va in biblioteca", finanziato dall'Associazione Internazionale Soroptimist-Club Bari in base a un protocollo d’intesa con la Fondazione Giovanni Paolo II, ente capofila che gestisce il Centro assieme alle cooperative sociali Gea e Progetto Città.

Per la città di Bari è il quindicesimo presidio socio-culturale sul territorio con la mission di Bari Social Book, la rete cittadina che ha appena ricevuto il riconoscimento nazionale come una delle migliori pratiche per la promozione della lettura in Italia.

La coordinatrice del Centro servizi, Stefania Monopoli, durante la presentazione ha spiegato che la sezione biografica dedicata alle donne raccoglie testi che raccontano la storia del Paese, frutto di un’accurata ricerca tutta al femminile fra teatro, cinema, politica, scienza. A cui si sono poi affiancate le aree pedagogiche e per le fragilità. Individuando il tutto in collaborazione e con acquisti agevolati della libreria Laterza.

Il nuovo servizio – gratuito come tutti quelli offerti dal Centro Famiglie – sarà fruibile con gli stessi orari in cui è aperta la struttura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30; martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 16 alle 18. Si tratta di una novità che si aggiunge agli eventi, alle attività di animazione cittadina, insieme con le consulenze psicologiche, parental training, pedagogiche, professionali, legali, counselling di coppia, lo spazio neutro ed i laboratori. Questi sono davvero tanti ed interessanti, per gli adulti ci sono lezioni di: ginnastica, inglese, informatica, artigianato creativo, uncinetto, sostegno alla gravidanza, alla genitorialità positiva e consapevole, sostegno all'allattamento al seno; per i minori: tutoring didattico in orario antimeridiano e pomeridiano, laboratorio ludico espressivo per scuola dell'infanzia e primaria, laboratorio di psico-motricità per la prima infanzia, campi estivi, laboratorio manipolativo, artigianato e cineforum per preadolescenti e adolescenti, e ancora laboratori di cucina per adulti e minori diversamente abili, animazione cittadina, eventi e presentazione libri.