Con l’assemblea nazionale di “Città dell’Olio” è festa per l’oro verde

  • In FOGGIA
  • mer 05 Dicembre 2018
Con l’assemblea nazionale di “Città dell’Olio” è festa per l’oro verde

In arrivo da tutta Italia rappresentanti di enti pubblici, ma anche blogger, instagramer e giornalisti

CARPINO - Sarà Carpino, città del Gargano, ad ospitare l’assemblea nazionale “Città dell’Olio” trasformandosi in capitale dell’olio extravergine di oliva il 7 dicembre 2018. Per l’occasione, arriveranno olivicoltori e sindaci da tutta Italia e l’evento, che a tutti gli effetti può definirsi come gli “Stati generali” dell’olivicoltura italiana, richiamerà l’attenzione sull’olio, l’oro verde, di Puglia.

La 47ª assemblea nazionale “Città dell’Olio” vedrà 320 enti pubblici italiani uniti nella salvaguardia dell’olio evo. Cresce infatti, di anno in anno, il numero delle regioni italiane che aderiscono alla rete delle “Città dell’Olio”. Sono il cuore pulsante dell’associazione da sempre impegnata a sostenere e valorizzare le produzioni e i territori che espongono il marchio “Città dell’Olio”. Dalla Lombardia alla Sicilia così come nelle regioni del Centro e del Mezzogiorno d’Italia, sono tantissime le amministrazioni pubbliche che attraverso la rete Città dell’Olio investono nella cura e nella conservazione dei frantoi antichi e tipici, nella costruzione di percorsi ad hoc dedicati alla scoperta dell’oro giallo, con visite guidate al paesaggio ricco di oliveti secolari e degustazioni di Olio Extravergine nei ristoranti e nelle piazze.


>


Trentuno i Comuni e gli enti della Puglia che aderiscono alla rete nazionale delle “Città dell’Olio”. Tra questi, 6 si trovano in provincia di Foggia e sono le Amministrazioni comunali di Carpino, Mattinata, San Severo, Serracapriola, Torremaggiore e Vieste. Bari aderisce con 13 Comuni, la Bat con 4 amministrazioni comunali, il Brindisino con 2 enti, la provincia di Lecce con 6 comuni. La Puglia è la prima produttrice di olio extravergine in Italia, nonostante un calo della produzione di oltre il 50% rispetto al 2017 causato dalle calamità naturali e dall’espandersi della Xylella, il batterio che sta danneggiando gli uliveti nelle province di Lecce, Taranto e Brindisi.

L’appuntamento è alle ore 17 del 7 dicembre, nella sala convegni dell’Hotel de la Ville a Carpino, con tema: “Olio extravergine d’oliva: paesaggio, turismo e salute”. A seguire i lavori ci saranno anche travel e food blogger, instagramer e giornalisti provenienti da tutta Italia per seguire “Il Lago degli Ulivi”, il press tour organizzato dal Comune di Carpino, il collaborazione con il Comune di Ischitella, progetto realizzato grazie al finanziamento regionale previsto dal “Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014 – 2020” “Attrattori culturali, naturali e turismo”.

L’apertura dei lavori sarà affidata a Enrico Lupi, presidente dell’associazione nazionale “Città dell’Olio”, tra gli altri interventi previsti quelli del sindaco di Carpino, Rocco Di Brina, Benedetto Miscioscia, coordinatore regionale “Città dell’Olio”; Maurizio Ricci, rettore dell’Università di Foggia; Fabio Porreca, presidente della Camera di Commercio di Foggia; e Raffaele Piemontese, assessore al Bilancio della Regione Puglia. Alle 19, ci sarà la firma del protocollo d’intesa tra l’associazione nazionale “Città dell’Olio” e l’associazione nazionale “Città del Vino” rappresentata dal presidente Floriano Zambon. Alle ore 20, tutti in piazza del Popolo per manifestazione “Frasca e Fanoia e Olio Novello” dedicata all’olio ed all’antica tradizione olivicola di Carpino, con le degustazioni e lo spettacolo musicale de “I Cantori di Carpino”.