Undici ragazze alla serata da sogno per le debuttanti

  • In BARI
  • mer 18 Gennaio 2017
Undici ragazze alla serata da sogno per le debuttanti

Con “Il sogno di un valzer” le giovani partecipanti hanno realizzato un sogno romantico

ALTAMURA - Il ballo delle debuttanti costituisce ancora un sogno per tante giovani fanciulle nonostante l’era tecnologica in cui viviamo. Segno che il romanticismo non conosce fine, così come la possibilità di realizzare un sogno che se in passato diveniva realtà solo per le giovinette di famiglie aristocratiche oggi lo è anche per quelle comuni.

La serata da sogno, svoltasi il 15 gennaio scorso, con il vestito rigorosamente bianco per essere presentate ufficialmente alla società, questo lo scopo con cui nacque decenni addietro il Gran Ballo delle Debuttanti nelle corti europee, è stata riproposta ad Altamura in chiave decisamente più moderna ma dal sapore un po' ‘retrò’, a partire dal titolo dell’evento trasformato in “Il sogno di un valzer”.


>


Ad ospitare l’evento, la sala ricevimenti "Masseria San Giovanni - Luoghi di Pitti" dei fratelli Moramarco. Undici le protagoniste, tutte ragazze comuni e con il sogno nel cassetto e l'entusiasmo di vivere una serata unica, vestite in modo incantevole da stilisti affermati e accompagnate da cavalieri, mentre tutto intorno è stato musica, danza e canto con vari momenti artistici. Ad allietare la serata e ad accompagnare nei balli le giovani debuttanti con altrettanto giovani cavalieri, è stata l'Orchestra dei giovani talenti di Taranto, diretta dal maestro Vince Tempera, nome importante del panorama musicale, che quest'anno tornerà a dirigere al Festival di Sanremo.

Ideatrice e coordinatrice dell’evento è stata Maria Giovanna Labruna, che da quattro anni crede in questa formula riuscendo a mettere insieme talenti e professionisti, cultura e spettacolo. Dopo Bari e Matera, la serata di Altamura condotta dalla stessa Labruna insieme con Cinzia Attini e Fabio De Nunzio. Tra i momenti artistici le esibizioni della talentuosa ballerina tarantina Roberta Di Laura, del fisarmonicista lucano Mimmo Cavallo, del tenore Gianni Mazzone, del soprano Vincenza Adorante e dei ballerini di Asd Acquaviva Dance. Non è mancato il momento moda con una sfilata della top model Ilaria Petruccelli.

La giuria ha poi decretato vincitrice della serata Marina Lagreca, 23enne di Altamura, premiata dal sindaco Giacinto Forte. Non si tratta di un concorso di bellezza, ma una maniera per far esaltare doti importanti in una futura donna: eleganza, spontaneità ed anche coinvolgimento emotivo. Le ragazze sono state tutte vestite con grande eleganza e grazia dalla stilista di Grottaglie, Annamaria Patronella; così come impeccabili sono stati i cavalieri, affidati all'esperienza sartoriale di Antonio Indiveri. Partner dell'evento è stata la scuola "ISFOV Alessandro Volta" di Altamura: il direttore Vincenzo Calò ha consentito la partecipazione di 24 allieve delle classi di estetista e parrucchiera che hanno coadiuvato la docente di make-up Maria Teresa Mileo, ispiratrice del "mood" delle debuttanti. Altre collaborazioni importanti: l'atelier Dora Crea di Santeramo in Colle, la creatrice di eventi Maria Carmen Martorana, la hair-stylist Mirella Fusaro, la scultrice di gioielli Maria Milici e la pittrice Patrizia Pugliese; così come fondamentale è stato l'apporto fornito in maniera costante dai fratelli Moramarco.

Nemmeno la solidarietà è sfuggita all’attenzione degli organizzatori. All'evento è stata infatti abbinata una lotteria per una buona causa solidale, l'esperienza meritoria di volontariato della onlus "Una stanza per un sorriso", rappresentata dalla presidente Rosanna Galantucci e da tante volontarie (estetiste, parrucchiere, psicologhe e nutrizioniste) che operano all'Ospedale della Murgia "Fabio Perinei" di Altamura, presso il reparto di Oncologia, per aiutare le pazienti a migliorare il proprio aspetto fisico con trucchi, parrucche, trattamenti estetici. Obiettivo: infondere benessere per dare più forza alla terapia medica.