SELECT * FROM conf_articoli WHERE non_visualizzare=0 and id=10532 ORDER BY ordine DESC, id DESC

Un videocorso per aiutare le donne operare al seno

  • In BARI
  • lun 06 Marzo 2023
Un videocorso per aiutare le donne operare al seno

L’iniziativa della Senologia del Policlinico di Bari

BARI - L’attività fisica è importante per il benessere mentale e corporeo di chiunque. Lo sport migliora la capacità fisica, il tono calcico delle ossa e, contemporaneamente, garantisce anche benefici psichici, attraverso la socializzazione e il divertimento. Tutti giovamenti che sono ancor più necessari dopo interventi chirurgici, in cui l’attività fisica funge da terapia riabilitativa ad esempio dopo una mastectomia. In aiuto alle donne operate di tumore al seno c’è ora un videocorso ideato dalla Senologia (Breast care unit) del Policlinico di Bari in collaborazione con l’Oncologia medica, la Medicina fisica e della riabilitazione e la Medicina dello sport. L’iniziativa è stata presentata in occasione dell’8 marzo, a giornata internazionale della donna.

Si chiama Brest Oncogym e comprende venti esercizi da ripetere quotidianamente per reagire al meglio alle terapie e recuperare la funzionalità dopo l’intervento di mastectomia. Il video corso, disponibile sul canale Youtube dell’azienda sanitaria, illustra un piccolo programma di allenamento per migliorare la qualità di vita delle pazienti.

“Il nostro obiettivo è la presa in carico del paziente oncologico a 360 gradi, quindi non offriamo soltanto le migliori opportunità terapeutiche ma anche un ambulatorio di cure simultanee che pone attenzione alla gestione della terapia del dolore, agli aspetti nutrizionali e al benessere delle donne colpite da tumore alla mammella - ha spiegato la dottoressa Stefania Stucci, responsabile ambulatorio Breast care unit dell’unità operativa di Oncologia medica, diretta dal prof. Camillo Porta - Il video corso prevede un allenamento guidato dalla fisioterapista dottoressa Ada Magno e dal referente medicina dello sport dell’unità operativa di Medicina Fisica e della Riabilitazione, dott. Paolo Amico”.

Si parte con esercizi di respirazione, a seguire movimenti di ginnastica posturale con braccia e gambe al fine di evitare posture viziate, prevenire blocchi articolari, favorire la corretta circolazione sanguigna linfatica, poi esercizi di mobilità articolare. Una progressione graduale propedeutica ad attività più impegnativa di tipo aerobico, come una lunga passeggiata, cyclette o step. Sono presentati una serie di movimenti che possono essere eseguiti facilmente durante la giornata, da soli o in compagnia di un partner.

Importante è anche l’apporto dato dall’Oncologia medica ed in particolare dalla responsabile delle cure oncologiche simultanea, dottoressa Teresa Grassi, dall’Ambulatorio per la riabilitazione della Breast care Unit, dottoressa Patrizia Dicillo, dall’unità operativa di Medicina Fisica e della Riabilitazione, diretta dalla professoressa Marisa Megna.

Le terapie ormonali possono causare una serie di effetti collaterali, per esempio aumento dei livelli di colesterolo e dolori articolari, talvolta limitanti delle attività quotidiane. A essere più colpite sono le piccole articolazioni mani, polsi, piedi, caviglie e le ginocchia spesso in modo simmetrico. In collaborazione con i colleghi fisiatri, l'attività fisica quotidiana a basso impatto, riduce notevolmente gli effetti collaterali legati al trattamento. Dunque dopo l’intervento di mastectomia non bisogna fermarsi, ma andare avanti a partire proprio dagli esercizi di ginnastica.
  “Un altro effetto abbastanza comune è l'aumentato rischio di osteoporosi con la terapia ormonale, che è associata infatti a una riduzione della mineralizzazione ossea. Per contrastare la degradazione ossea può essere utile, oltre che l'assunzione di calcio e vitamina B, l'esercizio fisico che, sollecitando le ossa, ne contrasta la degradazione”,watches replica australia


Articoli più letti