L’aeroporto del Salento riaprirà a giugno con un volo per Ginevra

L’aeroporto del Salento riaprirà a giugno con un volo per Ginevra

L’annuncio del presidente della Regione e dell’assessore all’Industria Turistica

BRINDISI - Gli aeroporti della Puglia tornano ad essere attivi dopo il lungo stop causato dalla pandemia da covid19. Si inizia dal 16 giugno con la riapertura dello scalo di Brindisi, ad annunciarlo è il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. L’aeroporto del Salento riprenderà con il volo Easy jet per Ginevra, una volta alla settimana (ogni martedì).

“Fondamentale per la riapertura è stata l’azione quotidiana svolta in questi mesi per garantire le migliori condizioni di sicurezza sanitaria. Un lavoro rigoroso e sinergico di Regione Puglia  e AdP (Aeroporti di Puglia, ndr) che non hanno mai perso di vista le esigenze di sicurezza legate al trasporto aereo – ha dichiarato Emiliano - nel pieno rispetto delle recenti Linee Guida  ‘Emergenza Covid-19’ del 18 maggio 2020, nonché dei protocolli internazionali previsti per garantire la salute e la sicurezza di operatori e passeggeri”.

Per rendere sicuri gli aeroporti sono stati previsti presidi di controllo sanitario per gli arrivi e per le partenze, igienizzazione e sanificazione degli spazi, separazione dei flussi dei passeggeri in arrivo e in partenza, con percorsi dedicati sino all’imbarco, l’utilizzo obbligatorio della mascherina e un’attenta segnaletica informativa finalizzata anche al rigoroso rispetto del distanziamento sociale durante la permanenza in aeroporto e persino sugli aerei.

La buona notizia “fa ben sperare per una ripresa anche degli altri collegamenti aerei ‘point to point’ con le destinazioni più importanti dal punto di vista turistico, industriale e commerciale che - commenta l’assessore all‘Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - prima dell’emergenza Covid-19 avevano ridotto le distanze tra i territori ed aumentato le opportunità per una regione come la Puglia ricca di storia, cultura, arte e bellezze naturali ed esempio di accoglienza”.

Nella speranza che tutte le compagnie aeree riprendano presto gli scali negli aeroporti della Puglia, l’assessore Capone annuncia di aver scritto una lettera a tutte le compagnie “ricordando i risultati raggiunti dalla Rete aeroportuale pugliese, frutto anche di una comunione di strategie, progettualità ed azioni che ci ha visti tutti insieme protagonisti di straordinarie stagioni di crescita, superando la soglia di 8 milioni di passeggeri annui. Mi auguro che  le compagnie rispondano, dimostrando il grande amore e interesse avuto per la Puglia finora”.

Tra i nuovi voli previsti a febbraio proprio nell’Aeroporto di Brindisi dovrebbe esserci il raddoppio della British Airways con le frequenze tra Brindisi e Londra Heathrow. Per l’estate 2020 sino al 26 settembre, era stato preso l’accordo di voli tra Brindisi e Londra ogni fine settimana (sabato e domenica), il martedì e il mercoledì.

Un accordo frutto anche dei continui miglioramenti in termini di qualità delle strutture e dei servizi offerti. Grazie al nuovo volo, Brindisi migliora i collegamenti con Londra e soprattutto con il principale aeroporto del Regno Unito. La rotta con il raddoppio delle frequenze settimanali, si aggiunge a quelle già operate dallo stesso vettore tra Bari e l’aeroporto di Londra Gatwick.