L’Asl di Taranto organizza un corso on line per smettere di fumare

L’Asl di Taranto organizza un corso on line per smettere di fumare

I fumatori sono tra le persone più a rischio di contrarre il covid19

TARANTO - Smettere di fumare è sempre importante per la propria salute e quella di coloro che ci vivono accanto. Nonostante il lockdown per il coronavirus, l’Asl di Taranto e il Centro Antifumo del Dipartimento delle Dipendenze Patologiche, della stessa Azienda sanitaria, non si fermano con la campagna antifumo.

In concomitanza con la ricorrenza della Giornata Mondiale Senza Tabacco, il 31 maggio 2020, il Dipartimento delle Dipendenze Patologiche dell’Asl di Taranto avvia un nuovo corso, questa volta on line, per smettere di fumare (con invito a iscriversi) che inizierà a luglio. L’iniziativa è tesa a offrire servizi di qualità alla popolazione, nel rispetto del distanziamento sociale imposto dall'emergenza sanitaria covid. Nove in tutto gli incontri, dalle ore 9 alle 11: dall’1 al 3 luglio, il 6, il 9, il 13, il 20 e il 27 luglio e l’ultimo il 7 settembre. 

Per prendere parte al corso online, sulla piattaforma Meet, e ricevere informazioni e sostegno per smettere di fumare, è possibile rivolgersi al Centro Antifumo del Dipartimento delle Dipendenze Patologiche dell’Asl di Taranto, chiamando il numero 099.4585544.
Il Centro Antifumo ricorda che smettere di fumare è possibile in qualunque momento, il benessere per la propria salute è immediato e i benefici che si ottengono sono a lungo termine. Già solo pochi giorni dopo aver smesso di fumare, migliorano gli scambi gassosi a livello polmonare, come la tosse e altri sintomi respiratori. Le motivazioni per smettere di fumare sono tante, l’ultima delle quali in ordine di tempo proviene dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) secondo cui le fumatrici e i fumatori potrebbero avere maggior rischio di contrarre la malattia covid-19.
La maggiore vulnerabilità all’infezione da coronavirus, rispetto a chi non fuma, deriverebbe dall’atto stesso del fumo: le dita e le sigarette contaminate arrivano a contatto con le labbra e questo aumenterebbe la trasmissione del virus dalla mano alla bocca. In più, le fumatrici e i fumatori possono avere già una patologia polmonare sottostante e una ridotta capacità polmonare: questo aumenterebbe il rischio di sviluppare malattie gravi, come la polmonite.

Smettere di consumare qualsiasi prodotto derivante dal tabacco, o almeno ridurre il numero di sigarette fumate, è sempre importante per prendersi cura della propria salute. Oggi, se possibile, lo è ancora di più: in questo periodo di pandemia, vanno evitate anche le sigarette elettroniche e altri prodotti a tabacco riscaldato.