Il Comune vuole trasformare Ginosa e la Marina in un grande salotto

Il Comune vuole trasformare Ginosa e la Marina in un grande salotto

Con zone pedonali e aumento di spazi dehors per i commercianti, tutto in sicurezza anti-coronavirus

GINOSA - Per aiutare i commercianti locali e incrementare il turismo in vista dell’estate post blocco da pandemia da coronavirus, il Comune di Ginosa ha deciso di istituire più zone pedonali nel centro storiche e di ridurre il traffico veicolare nello stesso borgo antico. Più persone, meno macchine: sarà questo il leitmotiv dell’estate ginosina e marinese nell’ambito del piano di rilancio “Ginosa e Marina reStart’’ ideato dall’Amministrazione comunale.

L’idea è quella di rendere sempre più vivibili gli spazi pubblici di Ginosa e Marina di Ginosa per i cittadini, favorendo allo stesso tempo il commercio locale. Per questo motivo, si è deciso di attivare la zona pedonale partendo dal centro storico, con particolare riferimento all’intero tratto di corso Vittorio Emanuele. Così facendo, bar, pizzerie, macellerie avranno molto più spazio per posizionare i coperti a debita distanza, nel pieno rispetto delle norme sulla sicurezza legate all’emergenza Coronavirus.

Nei giorni scorsi è stato effettuato un sopralluogo, dal sindaco Vito Parisi, con gli assessori Emiliana Bitetti, Nicola Piccenna e Nunzio Ricciardi, oltre a personale della Polizia Locale ed alcuni commercianti, per definire le ultime misure che saranno contenute nella specifica ordinanza che regolamenterà l'area.

“Partiamo subito con azioni concrete per il rilancio del commercio locale, e non solo - ha dichiarato il sindaco Parisi - l’istituzione della zona pedonale permetterà alle attività economiche ubicate nel centro storico di fruire al massimo degli spazi, considerata anche l’esenzione del pagamento della Tosap”.

Lo scopo è attirare maggiormente gli avventori e i turisti, che potranno ammirare al meglio il centro storico, e favorire al massimo il lavoro degli esercenti. Si tratterà di un provvedimento transitorio, in vigore dal 23 maggio fino al 31 ottobre 2020 (ovvero fino alle festività patronali) nelle more dell'approvazione del Regolamento dei Dehors, che permetterà di utilizzare gli arredi nelle disponibilità delle attività. Grazie a questa ordinanza, sarà consentito agli esercenti di richiedere l'equivalente dello spazio interno della propria attività direttamente all'esterno su piano stradale o area pubblica, con aumento fino al 100% dello stesso. Il tutto senza oneri e diritti di segreteria, anche inoltrando richiesta tramite pec con procedura semplificata. I parcheggi per i residenti, nonchè gli accessi alle abitazioni, saranno garantiti.

Il primo cittadino ha quindi annunciato che corso Vittorio Emanuele non sarà l’unica via interessata da queste modifiche. Si conta di attuare un cambiamento nelle strade nevralgiche della città, modificandone la viabilità, in modo da coinvolgere quante più attività economiche. Nella stesura dell’ordinanza si è preso spunto dal Regolamento dei Dehors, ovvero gli arredi mobili, smontabili o facilmente rimovibili esterni, che dovrà essere discusso quanto prima in Consiglio comunale. Il regolamento tiene conto della congruità di ombrelloni, tavolini, sedie ecc. al luogo in cui vengono piazzati, nonchè delle distanze dai marciapiedi, da eventuali accessi e molto altro.

Bellezza, innovazione, sicurezza e natura: rimangono questi i punti cardine del piano che vedrà la città di Ginosa trasformata in un grande salotto per la migliore accoglienza in sicurezza.