E’ leccese la prima app per monitorare i cittadini nella pandemia

  • In LECCE
  • ven 24 Aprile 2020
E’ leccese la prima app per monitorare i cittadini nella pandemia

E’ stata adottata da un Comune nel Lazio ed è gratis per i cittadini

LECCE - E’ frutto dell’ingegno salentino l’app per il monitoraggio dei parametri della pandemia da coronavirus tra i cittadini adottato dall’Amministrazione comunale di Sabaudia (Latina) che, per primo, ha adottato tale iniziativa in Italia a partire dal 16 aprile 2020.

Si tratta di “Iocare”, dell’azienda InfoCom srl di Lecce, un sistema che integra software, app e dispositivi medici, e consente il monitoraggio continuo e domiciliare di parametri come temperatura, livello di ossigeno nel sangue, pressione, peso, glicemia, ecc. Uno strumento che può risultare determinante ai tempi della pandemia da covid19, ma non solo… Grazie a sistemi di chat, videochiamata, videoconferenza e scambio di file (anche esami clinici, scansione documenti cartacei e referti), il paziente può conferire col suo medico di base e con gli specialisti, ma anche con i propri familiari ed amici, contribuendo così al miglioramento dello stato psicologico di tutti, aspetto fondamentale in un momento che chiama tutti ad affrontare una difficilissima prova.

Il Comune laziale ha subito compreso le potenzialità della soluzione proposta dall’azienda leccese, anche grazie all’intuizione del coordinatore del Centro Operativo Intercomunale, Francesco Maria Ermani, stimato e riconosciuto risk manager con grande esperienza nella gestione di emergenze e scenari critici. Per i residenti nei Comuni che adotteranno l’iniziativa tecnologica, l’utilizzo di “Iocare” sarà completamente gratuito sino al 31 luglio 2020 compilando un semplice form.

Gli interessati possono richiedere informazioni su “Iocare”, lo stesso viene attivato in poco tempo e l’utente può essere seguito da casa, senza alcun contatto fisico con il personale sanitario. Grazie ad una notevole versatilità nella personalizzazione dei suoi componenti, rappresenta una soluzione ideale per rispondere a diverse esigenze: favorire le cure domiciliari e la deospedalizzazione, sviluppare prassi operative per il teleconsulto e la telemedicina, offrire ai Comuni l’opportunità di offrire servizi sociali e assistenziali a utenti costretti a casa, sostenere la Protezione Civile per il contrasto alla diffusione del covid-19. Punto di forza di “Iocare” è l’utilizzo semplice ed intuitivo: dal proprio smartphone, il paziente attiva il sistema che la piattaforma digitale gestisce in massima sicurezza e privacy.