Una piattaforma per visitare monumenti di Puglia, Albania e Montenegro

  • In BARI
  • lun 06 Aprile 2020
Una piattaforma per visitare monumenti di Puglia, Albania e Montenegro
BARI Il Castello Svevo come appare sulla piattaforma

Con il coinvolgimento del Politecnico di Barie del Polo Museale della Puglia

BARI - Un aiuto al turismo e alle bellezze storiche pugliesi e non solo arriva da una piattaforma che consente di visitare in maniera virtuale e comodamente da casa dieci castelli di tre Paesi europei, fra cui quelli in Puglia di Bari, Gioia del Colle e Trani, e tre zone archeologiche con gli scavi di Egnatia a Fasano. L’iniziativa tecnologica consente di percorrere un tratto della basolata via Appia-Traiana nel centro dell’antica città messapica e romana di Egnazia e conoscere dettagli storici, così come l’architettura di uno dei simboli della città di Bari: il Castello “Normanno-Svevo”, insieme con i castelli e altri scavi archeologici in Albania e Montenegro. Il tour tra le due sponde dell’Adriatico tra castelli, fortezze, siti archeologici è gratuito. Basta collegarsi alla piattaforma “Virtual Demo-Lab” per entrare nella pagina principale, dalla quale si può accedere al sito web del progetto, “3D IMP ACT”, alla piattaforma webgis (da cui si ha accesso a tutti i contenuti per i diversi siti) e a un video di informazione sulle modalità di utilizzo della piattaforma stessa.

Questa, grazie alle ultime tecnologie e alla realtà virtuale consente al visitatore di superare le contingenti barriere fisiche agli spostamenti per entrare in dieci rilevanti beni storici-architettonici di tre Paesi: Italia (Puglia), Albania e Montenegro. Le informazioni e il percorso che ogni sito vi presenterà è il risultato di un attento e innovativo rilievo, arricchito da foto, mappe, schede informative, immagini, rappresentazioni in 3D.

Il progetto, coordinato dal Politecnico di Bari in qualità di lead partner, e il coinvolgimento del Polo Museale della Puglia, dell’Istituto Monumentale e della Cultura “Gani Strazimiri” dell’Albania; dell’Università Politecnica di Tirana e dell’Università Crne Gore di Podgorica, mira a rafforzare una gestione turistica intelligente e sostenibile transfrontaliera e contemporaneamente promuove la protezione dei beni naturali e culturali dei siti del patrimonio mondiale.

Ed ecco i luoghi e i monumenti coinvolti nel progetto da visitare attraverso la piattaforma del progetto. Castello di Trani, Castello di Gioia del Colle, Castello di Bari, Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia, per l’Albania: Castello di Bathsova; Parco archeologico di Apollonia, Castello di Peqin, Fortezza di Argirocastro e, Castello di Scasmpinus (Elbasan); per il Montenegro: Castello di Medun, Sistema di fortificazione di Kotor (Cattaro), Sistema di fortificazione di Bar (Antivari) e Parco archeologico di Duklja.

L’iniziativa è parte integrante del progetto europeo Interreg IPA-CBC, Italia-Albania- Montenegro, “3D IMP ACT”, attivato nel 2018 e portato a conclusione nel corrente 2020 grazie al finanziamento Europeo di poco più di milione di euro.