ven 03 Aprile 2020

Due infermieri pugliesi partecipano al contest 'Amore in corsia'

  • In BAT
  • ven 03 Aprile 2020
Due infermieri pugliesi partecipano al contest 'Amore in corsia'

Sono fidanzati e impegnati nell’assistenza degli infetti da coronavirus

BISCEGLIE - Nonostante mascherine, visiere, tute, guanti, soprascarpe e cuffiette per evitare contagi da coronavirus questo bacio sprizza tenerezza, amore, romanticismo, passione e sensualità. Se i dispositivi di protezione individuale (Dpi) possono tenere lontano un virus, non di certo allontanano chi si vuol bene.

A scambiarsi il bacio, come simbolo di speranza, unione e di amore nonostante la distanza e le protezioni imposte, sono due infermieri, tra loro fidanzati, di Bisceglie che hanno così voluto partecipare all’iniziativa di beneficenza “Amore in corsia” organizzato a livello nazionale da Iwa (Italian Wedding planner) al fine di donare momenti romantici a tutte le persone impegnate nella ‘guerra’ al virus Covid-19 che sta disseminando paura in tutto il mondo.

L’invito a partecipare è stato rivolto al tutto il personale sanitario d’Italia, al lavoro in queste ore nei reparti ospedalieri maggiormente coinvolti nelle cure ai pazienti covid positivi.

L’iniziativa vuole da un lato regalare un sorriso e un attimo di spensieratezza a chi in questo momento rischia la propria vita per salvare quella degli altri. L’idea è partita dalla Sardegna dalle referenti regionali dell’Italian Wedding Awards, le sarde Alessia Ghisoni e Cinzia Murgia, per la Puglia le referenti sono Giulia Molinari e Cinzia Iannantuoni di Mademoiselle Mariage, di Foggia.

«Sono queste ore di dolore e duro lavoro senza sosta per medici, infermieri e operatori sanitari. Ma, passata l’emergenza - hanno spiegato le ideatrici dell’iniziativa - questi ‘angeli’ potranno sposarsi e affidarsi, per l’organizzazione dell’evento, alla consulenza gratuita delle migliori professionalità del Paese nel settore wedding».

Dalla Sardegna il contest è stato esteso a tutte le aziende italiane di Iwa adottando l’hastag #amoreincorsia di Camelia Lambru e Mariangela Savonarota, quest’ultima medico presso l’U.O di Medicina del San Raffaele di Milano. A tutti i fidanzati del comparto sanitario, le referenti regionali dell’Iwa, offriranno gratuitamente la loro professionalità nell’arte dell’organizzazione matrimoniale a tutti gli operatori sanitari impegnati in prima linea nella gestione dell’emergenza.

In Puglia a raccogliere per primi l’invito sono stati i futuri sposi Domenico De Padova, 31 anni, Silvia Rosati, 33 anni, entrambi infermieri che, da quando è scattata l’emergenza coronavirus, collaborano con il reparto Malattie Infettive dell’Ospedale di Bisceglie. Sono loro ad aver donato lo scatto diventato immagine simbolo dell’iniziativa.

«È difficile descrivere le nostre emozioni in poche parole mentre la tristezza e la paura pervadono il nostro animo -  ammette Silvia - anche se le mascherine e i guanti proteggono mani e volto contro questo virus, nulla è in grado di difendere il nostro cuore e la nostra mente dalla sofferenza profonda. Rimane, tuttavia, una grande speranza: sconfiggere questo mostro, poterci unire di nuovo in un unico abbraccio e convogliare verso il nostro ‘Sì’». 

L’hashtag creato per il progetto è #amoreincorsia. Medici e infermieri interessati possono rivolgersi a info@italianweddingawards.com