Scuola di scacchi nella sede dell’Abfo

Scuola di scacchi nella sede dell’Abfo

Sarà a aperta a bambini e ragazzi di ogni fascia sociale, per gli indigenti previsti corsi gratis

TARANTO - Una scuola di scacchi a Taranto è stata inaugurata nella sede dell’Abfo (Associazione benefica Fulvio Occhinegro) onlus. Il progetto è stato attuato insieme con la Asd Taranto scacchi e nel quale l’Abfo ha voluto fortemente coinvolgere l’Assessorato comunale ai Servizi Sociali poiché sarà aperta ai bambini e ai ragazzi di ogni fascia sociale ma in particolare a quelle disagiate.

Sarà un punto di ritrovo dove stare insieme ed imparare un gioco antico, risalente per alcuni al 600 dopo Cristo per altri di origine ancora più antiche in India tanto che in sanscrito re si dice Shah da cui il nome, mentre in Europa, questo è più certo, è arrivato nel Medioevo attraverso gli arabi e in Italia intorno al 1400.

Il gioco da tavolo basato sulla strategia, sulla memoria, sulla concentrazione e la calma, è riconosciuto, a livello agonistico, uno sport dal Comitato Olimpico internazionale tanto che la Fide (Federazione internazionale degli Scacchi) organizza competizioni da circa 90 anni. Questa disciplina migliora le prestazioni cognitive e può consentire di ridurre le differenze sociali.

La Scuola di scacchi di Taranto, in via Lago di Montepulciano 1, potrebbe formare tanti appassionati e chissà magari nuovi campioni. Saranno le assistenti sociali del Comune di Taranto, durante i colloqui con i genitori o con i minori, verificate le loro attitudini e desideri, a proporre loro di scegliere come attività inclusiva anche questa. Le lezioni si terranno in maniera completamente gratuita per i ragazzi appartenenti a fa famiglie indigenti. A spiegare il gioco e le strategie sempre più complesse, per vari livelli, saranno istruttori federali iscritti alla Federazione scacchistica italiana, che collaboreranno con psicologi, educatori e assistenti sociali. A rendere possibile questa iniziativa è stata anche Fondazione Puglia grazie ad un cofinanziamento per “Ludoteca Abfo 2.0”. Progetto, quest’ultimo, che prevede una sala multimediale.

Strategia, intelligenza, calma e silenzio sono ‘ingredienti’ importanti, gli ultimi due sempre più rari, che potranno stimolare tanti bambini e ragazzi a cercare qualcosa per loro di nuovo. Tutti insieme per fare insieme “scacco matto all’indifferenza”.


Articoli più letti