Il fascicolo sanitario elettronico ha superato le 90mila cartelle

  • In BARI
  • lun 02 Marzo 2020
Il fascicolo sanitario elettronico ha superato le 90mila cartelle
(foto tratta dal video pubblicato sul sito web di Sanità Puglia)

Si può dare il proprio consenso nelle farmacie o in via telematica sul portale Sanità Puglia

BARI - La Regione Puglia ha avviato da tempo il Fascicolo sanitario elettronico (Fse) per i residenti in Puglia. Si tratta di un servizio, a portata di clic e di mouse, che consente di facilitare la ricerca ma soprattutto la disponibilità immediata di una serie di utili documenti e nozioni su pazienti da parte di medici, non solo di famiglia, e degli stessi cittadini che così non rischieranno di ‘perdere’ preziose diagnosi, referti, prescrizioni, risultati di analisi e via dicendo perché sono tutte archiviate in un’unica banca dati, nel rispetto della privacy, per avere sempre a portata ‘di mano’ la propria storia clinica.

A riguardo la Regione Puglia prosegue con la campagna di informazione per far conoscere ai cittadini la bontà e l’utilità di avere ciascuno il proprio fascicolo sanitario elettronico. A Bari, a tal proposito, si è svolta una due giorni dedicata alla salute del cuore, e la Regione, grazie alla collaborazione sempre proficua con Federfarma Bari ed il Comitato Organizzatore della Runninh Heart, ha allestito un punto di informazione per l'attivazione del fascicolo sanitario elettronico che ha riportato notevole successo di pubblico.

Infatti, farmacisti presenti nello stand dedicato hanno illustrato contenuti e potenzialità del Fascicolo sanitario elettronico attivandolo 517 cittadini pugliesi. E’ stata così superata la soglia dei 90.000 fascicoli attivi per altrettanti pugliesi che hanno dato il consenso al proprio fascicolo.

Nel corso delle due giornate, grazie ad InnovaPuglia, è stato possibile anche attivare le credenziali Spid per accedere ai servizi telematici delle Pubbliche Amministrazione ed in particolare a quelli presente nel portale regionale della salute (www.sanita.puglia.it). Si è trattato di una sperimentazione di quanto si avvierà nelle prossime settimane nelle circa 1.250 farmacie pugliesi dove sarà possibile, nell'ambito della cosiddetta "Farmacia dei Servizi", rendere il consenso all'attivazione del proprio Fascicolo sanitario elettronico (Fse).

Nel Fse sono raccolti tutti i dati e documenti sanitari di una singola persona ed è al momento alimentato in Puglia con tutte le prescrizioni specialistiche e farmaceutiche, i verbali di pronto soccorso delle strutture pubbliche e i referti di laboratorio analisi. Il Fse rappresenta una grande opportunità per avere la propria storia clinica in formato digitale sempre disponibile ed aggiornata. Ad esempio è possibile consultare e scaricare i risultati delle analisi senza dover tornare presso il laboratorio per ritirare la versione cartacea. Inoltre, fornendo il consenso al Fse, è possibile condividere la propria documentazione sanitaria con i professionisti e con le strutture del Servizio Sanitario Regionale che in questo modo possono prendere in carico gli assistiti in maniera più efficace. Nel corso dei prossimi mesi il Fse sarà arricchito con ulteriori documenti quali il profilo sanitario sintetico e le lettere di dimissione ospedaliera di tutti gli ospedali pubblici.

Per attivare il fascicolo bisogna esprimere il consenso al Fse direttamente sul portale regionale della salute (Sezione servizi online in cui c'è anche un video esplicativo), se si dispone di credenziali Spid o di una Carta di identità Elettronica, o presso gli sportelli della propria Azienda Sanitaria Sanitaria adibiti alla iscrizione al servizio sanitario regionale e alla scelta del medico di medicina generale. Ulteriori informazioni sul Fse sono disponibili sul portale web di Sanità Puglia