Una spiaggia pubblica sarà accessibile ai disabili

Una spiaggia pubblica sarà accessibile ai disabili

Con il finanziamento regionale sarà resa accessibile con camminamenti, piattaforme e nuove sedie job

BRINDISI - La spiaggia pubblica di Punta Penne-Punta del Serrone a Brindisi sarà resa accessibile ai diversamente abili. L’annuncio arriva dall’Amministrazione comunale dopo l’ufficialità dell’ottenimento del finanziamento regionale per opere di accesso a disabili. Il Comune di Brindisi ha ottenuto il finanziamento regionale nell’ambito delle “Norme a sostegno dell’accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili”.

Il progetto presentato prevede l’allestimento di attrezzature a favore dell’accessibilità, in condizioni di sicurezza, nell’area litorale adiacente all’accesso Nord del Parco costiero comunale “Punta Penne Punta del Serrone”, inserendosi in un contesto di pregio ambientale, già valorizzato con adeguate infrastrutture comunali che verranno integrate con pedane e zone d’ombra, sia come camminamenti sia come piattaforma. Sono state richieste, inoltre, tre sedie job per il loro trasporto oltre alle tre già ottenute lo scorso anno e messe a disposizione degli stabilimenti balneari.



“La scorsa estate - racconta l’assessore con delega alle Politiche Ambientali Roberta Lopalco - ho ricevuto per mano di Simona Maniscalco, che si è fatta portavoce di un gruppo di cittadini, una petizione popolare per rendere accessibile ai diversamente abili, una spiaggia pubblica. Il bando regionale è stato la giusta occasione per accogliere le loro istanze e realizzare un passo in avanti nel rendere accessibile a tutti un’area meravigliosa del nostro litorale”.

Attraverso la petizione, i cittadini avevano chiesto l’installazione di una passerella nei pressi della spiaggia vicino a Torre Testa. Tuttavia il sito richiesto, oltre ad avere problematiche relative alla sicurezza stradale concomitante con sosta e trasbordo degli utenti, è esterno alla linea di demanio marittimo; dunque non poteva essere destinatario di questo finanziamento. Insieme ai tecnici del settore Ambiente è stata poi individuata l’area alternativa proprio in prossimità del Parco costiero al fine migliorarne e valorizzarne l’accessibilità da parte di tutti.

“Poter accogliere una richiesta così importante è motivo d’orgoglio per questa amministrazione - continua l’assessore Lopalco - che ha a cuore il tema della disabilità e sta producendo azioni concrete per rendere la città accessibile a tutti. Questo è un passo realizzato insieme ed è solo una delle iniziative della giunta in fase di pianificazione, progettazione e realizzazione volte a migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini con problemi di deambulazione”.