Il pesce ‘mangia plastica’ dalle spiagge nelle scuole

Il pesce ‘mangia plastica’ dalle spiagge nelle scuole
(Foto tratta dalla pagina Facebook di Ecotecnica Brindisi)

L’iniziativa del Comune e di Ecotecnica per imparare a rispettare l’ambiente

BRINDISI - Arriva nelle scuole l’enorme pesce ‘mangia plastica’, che la scorsa estate abbiamo visto sulle spiagge libere in tutta Italia con l’iniziativa promossa e organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Ecotecnica, che ha realizzato il pesce in ferro e rete, per sensibilizzare i cittadini a non abbandonare la plastica sulle spiagge e in mare, con l’obiettivo di far acquisire la consapevolezza che la plastica, oltre a rappresentare, naturalmente, un enorme problema dal punto di vista dell'inquinamento, costituisce un serio pericolo per gli animali.

Dal 18 gennaio e sino al 6 aprile 2020, secondo un calendario programmato, sarà in tutti i quartieri della città, dopo il “Giulio Cesare”, sarà negli istituti comprensivi “Commenda”, “Bozzano”, “Santa Chiara”, “Sant’Elia-Commenda”, “Cappuccini”, “Paradiso-Tuturano”, “Casale”, “Paradiso-Tuturano” (Paradiso), “Centro” e “Centro 1”, dove resterà per una settimana.

Con il progetto “Artisti nel riciclare” promosso dall’Istituto comprensivo Commenda, in rete con gli altri istituiti comprensivi della città e di cui sono partner il Comune di Brindisi ed Ecotecnica, si affronteranno le problematiche legate allo smaltimento dei rifiuti, agli effetti disastrosi a livello di inquinamento ambientale, per poi puntare l’attenzione sulle possibilità di ridurne la produzione, anche attraverso il riutilizzo dei materiali e sull’importanza di effettuare una corretta raccolta differenziata. In particolare, la lotta alla plastica e ai suoi effetti dannosi nell’ambiente, è ormai cominciata e da più parti. Si contano numerosi progetti volti a promuovere la raccolta differenziata o addirittura a eliminare completamente gli oggetti in plastica.

Il progetto si pone in continuità con l’iniziativa tenuta nell’estate 2019 e vuole sensibilizzare gli alunni ed attraverso loro i nuclei familiari per diffondere il messaggio di rispetto per l’ambiente attraverso la raccolta differenziata sempre più articolata con l’obiettivo del massimo riciclo possibile delle materie.

L’iniziativa vedrà quindi l’istallazione itinerante del pesce mangia plastica negli istituti scolastici aderenti all’iniziativa. Seguirà una seconda fase con l’avvio di laboratori di riciclo e una terza che prevede un concorso tra gli alunni delle scuole partecipanti. Contestualmente all’avvio di questo progetto l’Amministrazione comunale darà avvio alla distribuzione dei contenitori per la raccolta differenziata nelle scuole.