Passeggiata nel borgo antico e nei dintorni di Carosino

Passeggiata nel borgo antico e nei dintorni di Carosino

Organizzata dal gruppo “La Scatola di Latta”

CAROSINO - Dopo aver ‘invaso’ più di 80 paesi del Salento, in particolare nel Leccese, “La Scatola di Latta”, gruppo di amici nato spontaneamente al fine di far conoscere la cultura locale per meglio far ‘abitare’ il proprio territorio, organizza una passeggiata a Carosino per un ritorno nella provincia di Taranto. Un incontro culturale, gratuito per chiunque voglia partecipare, che rientra nel programma del 2020 mirato a stringere legami ‘nazionali’ e quindi ad espandere confini e conoscenze, culture e scambi di incontri.

L’appuntamento, aperto a tutti, è per domenica 12 gennaio 2020, in piazza Vittorio Emanuele alle ore 10.30, a Carosino, la città nota per il vino. Il comune si trova nella zona settentrionale della penisola salentina, a sud delle Murge tarantine orientali, in una zona pianeggiante tra i comuni di San Giorgio Ionico a ovest, Monteparano a sud, Monteiasi e Grottaglie, situati più a nord.

Le origini di Carosino risalgono all’epoca magno-greca, quando il centro, situato in una privilegiata posizione geografica e commerciale sull’asse Taranto-Grecia, godeva appunto di un importante prestigio economico. In tale occasione oltre ad ammirare le bellezze antiche ed i paesaggi che offre il paese, sarà svelata la nascita di Carosino attraverso la leggenda del pastorello Fortunato. Il percorso prevede una camminata, a piedi e in auto, di circa 9 chilometri tra strade di paese e campagna, per un un viaggio fra storia e leggenda, natura e poesia. ll percorso è di facile percorribilità, tuttavia si consigliano scarpe comode e pranzo sacco di metà percorso. Termine previsto della passeggiata intorno alle 13.45.

Dopo la passeggiata chi vorrà potrà fermarsi per pranzare convivialmente. Gli interessati dovranno inviare una email entro la sera di venerdì 10 gennaio a scatoladilatta2014@gmail.com. In tale occasione sarà possibile conoscere il gruppo “La Scatola di Latta” nato nel 2014 al fine di promuovere iniziative civico culturali nel Meridione per praticare, così come dicono i fondatori, ‘restanza’, intrecciare ‘relazioni’ e coltivare ‘conoscenza’.