Ecco il logo del centenario di Marina di Ginosa

Ecco il logo del centenario di Marina di Ginosa

Presentato ufficialmente e premiata l'autrice Rossana Salvino

GINOSA - Un secolo fa, nel 1920, veniva fondata Marina di Ginosa oggi tra le più belle località balneari dello Ionio e della Puglia. Per far conoscere il territorio e valorizzare la storia, la cultura e le bellezze naturali, il Comune di Ginosa ha organizzato una serie di eventi.

Marina di Ginosa o Ginosa Marina, era nota come Ginosa Scalo per la stazione ferroviaria lì presente, lontana dal centro cittadino di Ginosa. Ma veniva chiamata pure Stornara per gli storni che, numerosi pure ai giorni nostri, tornano in autunno. Solo nel 1957 ottenne dall’allora ministro dell’Agricoltura e delle Foreste, il riconoscimento ufficiale di borgata rurale ed un anno dopo la denominazione ufficiale di Marina di Ginosa dal Presidente della Repubblica.



Da anni la Fee riconosce a questo tratto della costa ionica qualità del mare e spiagge sabbiose, insieme con servizi di accoglienza, pulizia e rispetto dell’ambiente circostante caratterizzato da pineta di arbusti di macchia mediterranea, tanto da premiarla più volte con la Bandiera Blu. La prima è arrivata nel 1995 e da allora, tranne per qualche anno, è un riconoscimento che giunge annualmente (in particolare senza interruzione dal 2004).

A caratterizzare questa borgata marina c’è pure un piccolo lago, chiamato Salinella, a circa 5 km dall’abitato, e dove è presente l’antica torre costiera del XVI secolo, Torre Mattoni, costruita a difesa delle coste ioniche dalle incursioni turche. Ed è proprio il legame con il mare che unisce da sempre la città di Ginosa e la Marina con i suoi abitanti ed i turisti ad ispirare gli eventi del Comune per il centenario.

Il logo che sarà simbolo identificativo di tutte le attività ufficiali è stato scelto, a seguito di una gara, nei giorni scorsi e presentato al pubblico durante una cerimonia di premiazione della vincitrice. Si tratta di una barca stilizzata ottenuta con il numero 100, per ricordare i coloni greci che fondarono le prime colonie ioniche con la speranza di approdare in una nuova terra ricca. L’imbarcazione ricorda pure quella utilizzata dai pescatori che hanno vissuto per primi questo territorio. Con il prevalente colore rosso e una striscia azzurra sottostante, il logo è stato ideato dall’autrice ginosina Rossana Salvino, vincitrice del concorso bandito dal Comune di Ginosa a novembre 2019. Il logo è stato riconosciuto quale simbolo identificativo della città oltre che dell’evento tra i 16 elaborati iscritti.

L’autrice è stata premiata il 4 gennaio 2020 nella cerimonia tenuta nel Palazzo della Delegazione, alla presenza del sindaco Vito Parisi e, tra gli altri, dell’assessore alle Politiche Sociali e Pubblica Istruzione Romana Lippolis e della giuria del concorso. Rosanna Salvino, 30 anni, è un’artista a tutto tondo e decoratrice che da qualche anno sta riscuotendo riconoscimenti vari grazie anche alle numerose mostre cui partecipa. Diplomatasi al liceo artistico “Carlo Levi” di Matera, si è poi laureata in Decorazione all’Accademia di Belle Arti a Bari. Tra le varie specialità d’arte ci sono i dipinti, le sculture ed i mosaici.

Il simbolo identificativo che ora, grazie alla sua immaginazione e alla sua dote artistica, ricorderanno Ginosa Marina sarà utilizzato nelle attività ufficiali di informazione, comunicazione e promozione del ciclo di eventi organizzati per questa importante ricorrenza. Esso sarà presente su materiale informativo pubblicitario (cartellonistica, pubblicazioni, segnaletica stradale, adesivi, shopper, sito internet ecc.) in modo tale da identificare tutte le iniziative, gli eventi e i contributi relativi al programma delle celebrazioni.