Lo sparo del ‘Pupo’ e concerto de La Notte della Taranta a Capodanno

  • In LECCE
  • lun 30 Dicembre 2019
Lo sparo del ‘Pupo’ e concerto de La Notte della Taranta a Capodanno

Tradizione e innovazione a ritmo di pizzica

GALLIPOLI - Un sorriso sornione ed una barba bianca, sotto i baffi lunghi, caratterizzano il pupo di Capodanno, il fantoccio in cartapesta dipinta che tradizionalmente viene bruciato la notte dell’ultimo dell’anno. Riempito di petardi, il pupazzo gigantesco con le fattezze di un anziano (non è mai lo stesso ed è sempre preparato da gruppi di giovani volontari) che si è preso quasi ‘gioco’ del popolo viene letteralmente incendiato allo scoccare della mezzanotte.

Come da tradizione rappresenta l’anno vecchio che va via in un attimo con tutti i malesseri che ha portato. Se prima ne venivano preparati a decine e bruciati in diversi angoli della città, ora se ne vede uno soltanto. Lo “sparo del pupo” viene preceduto da una serie di eventi, soprattutto spettacoli per bambini, tra cui concerti di musica.



Quest’anno l’incendio del pupo di cartapesta, ormai attrazione turistica, oltre che culturale e tradizionale, si svolgerà il 1° gennaio 2020 alle ore 19 in piazzale Stazione. Realizzato dai volontari dell’associazione Pupi di Capodanno, il fantoccio barbuto sarà dato alle fiamme con lo scoppio che sarà accompagnato dalle note musicali de “La Notte della Taranta” (in concerto a Modena nella notte di San Silvestro a conclusione di un tour in tutta Italia) per aprire la nuova stagione di concerti.

Alle ore 19.30, in piazza Tellini, l’Orchestra Popolare inaugurerà il #tarantatour2020 con un concerto di due ore a ritmo di pizzica. Sul palco ci saranno i cantanti Consuelo Alfieri, Alessandra Caiulo, Stefania Morciano, Enza Pagliara, Antonio Amati, Salvatore Galeanda, Giancarlo Paglialunga e i musicisti Giuseppe Astore al violino, Nico Berardi ai fiati, Roberto e Alessandro Chiga al tamburello, Leonardo Cordella all’organetto, Mario Esposito al basso, Roberto Gemma alla fisarmonica, Gianluca Longo alla mandola, Antonio Marra alla batteria, Attilio Turrisi alla chitarra battente. Dirige l’Orchestra Daniele Durante. Danzeranno la pizzica Laura Boccadamo e Andrea Caracuta e dal progetto Piccola Ronda arriveranno anche i piccoli danzatori di pizzica scherma Alexander e Christopher Cirillo.