Cittadinanza onoraria al generale dell’Esercito salinaro

  • In BAT
  • mer 18 Dicembre 2019
Cittadinanza onoraria al generale dell’Esercito salinaro

In un consiglio comunale straordinario conferita l’onorificenza al comandante di Corpo d’Armata dell’Esercito

MARGHERITA DI SAVOIA - Una speciale cittadinanza è stata conferita ad un altrettanto speciale ‘salinaro’ dal sindaco di Margherita di Savoia il 16 dicembre 2019, nel corso di una cerimonia svoltasi nel Palazzo di Città. Il primo cittadino Berardo Lodispoto ha conferito il titolo di cittadino onorario al generale di Corpo d’Armata dell’Esercito Salvatore Camporeale che, da poco rientrato dall'Afghanistan dove ha svolto l'incarico di vice comandante nell'ambito dell'Operazione "Resolute Support", riveste una serie di incarichi di notevole responsabilità per la sicurezza mondiale, ma è stato anche assistente militare e aiutante di campo del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Dal 15 novembre 2019, il generale Camporeale, nato il 20 agosto 1962 a Barletta e vissuto nell’infanzia e nell’adolescenza a Margherita di Savoia, dove, nell’anno scolastico 1979-80, ha conseguito la maturità scientifica, è il comandante per la formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito in cui si occupa dell’istruzione del personale, ovvero della preparazione di tutti gli ufficiali, sottufficiali, graduati e militari di truppa a operare sia in ambito nazionale sia internazionale, allo studio e sviluppo della dottrina, alla verifica delle capacità operative e del livello di addestramento delle unità ed infine alla simulazione.

Per conferire la cittadinanza onoraria a questo illustre pugliese, il sindaco Lodispoto ha convocato un Consiglio Comunale straordinario con la partecipazione delle più alte cariche civili, militari e religiose. Una cerimonia che si è rivelata, così come voluto dal primo cittadino, un momento di vicinanza e affetto che la comunità salinara ha voluto rivolgere alle Forze Armate e in modo particolare all’Esercito, tramite il generale Camporeale.

Il primo cittadino si è detto fortemente emozionato nonché orgoglioso di poter conferire “la cittadinanza onoraria da parte del Consiglio Comunale ad uno dei figli più illustri di Margherita di Savoia quale è il generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale va ben al di là del suo significato strettamente formale ma vuole essere soprattutto un segno di affetto, di riconoscenza e di fierezza che l’intera comunità salinara tributa ad un uomo che, per i suoi altissimi valori morali e professionali, è motivo di vanto per la nostra città”. Il solenne tributo ad “un uomo di pace, un uomo che rappresenta ai massimi livelli l’Italia, la Puglia, Margherita di Savoia; un uomo che con un non comune senso del dovere afferma i principi di libertà, di giustizia, di civiltà e di pace che sono a fondamento della nostra Carta Costituzionale. Un uomo che ci rende orgogliosi e commossi”, come ha definito il primo cittadino il generale Salvatore Camporeale.

La cerimonia è stata aperta dall’intonazione dell’Inno della città di Margherita di Savoia dalla pluripremiata Orchestra della scuola media “Giovanni Pascoli” che ha poi cantato, alla fine dell’evento, l’inno nazionale noto anche come “Canto degli Italiani”.

Il generale Camporeale, sentitamente commosso sia per l’onore di aver ricevuto un così importante riconoscimento dalla città cui è legato sentimentalmente per tanti ricorsi, sia per le toccanti parole di affetto e stima rivolte dal sindaco Lodispoto ha ringraziato tutte le autorità presenti ed i convenuti per la loro presenza e l’affetto dimostrato: “Sono a casa mia, oggi per me è una giornata di assoluta emozione, una giornata di festa per il paese e un giorno necessario per riconoscere il contributo che l’Esercito Italiano fornisce alla sicurezza nazionale e internazionale sia in Italia sia all’estero”. Rivolgendosi poi con affetto ai ragazzi presenti, li ha invitati a studiare “a fare quello che vi piace, quello in cui credete: seguite i vostri sogni” e, concludendo ha aggiunto: “Il riconoscimento di oggi non è un riconoscimento personale, è un riconoscimento all’Esercito: noi ci siamo sempre e insieme possiamo fare di più”.

Dopo la maturità scientifica, Salvatore Camporeale ha frequentato il 162° corso “Onore” dell’Accademia Militare di Modena e la Scuola di Applicazione di Torino. Nel 1985, con il grado di tenente, è stato assegnato al 1° Battaglione Carri "M.O. Cracco" di Bellinzago Novarese, prestando servizio come comandante di plotone e comandante di compagnia. Nel 1989, promosso capitano, è stato trasferito all'11° Battaglione Carri "M.O. Calzecchi" di Ozzano dell'Emilia, dove ha assolto gli incarichi di comandante di compagnia e capo sezione operazioni, addestramento e informazioni. Dal 1991 al 1997 ha svolto l’incarico di comandante di compagnia allievi ufficiali e ufficiale addetto alla Sezione Studi all’Accademia militare di Modena. Nel biennio 1997-98 è stato tutor per il 4° corso Istituto Superiore Stato Maggiore Interforze e, successivamente, ha assunto l’incarico di addetto alla sezione di Stato Maggiore dell’Ufficio del Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, a Roma. Nel 1999, con il grado di tenente colonnello, ha assolto l’incarico di comandante dell'11° Battaglione carri "M.O. Calzecchi”. Dal 2000 al 2001 è stato capo sezione coordinamento e studi dell’Ufficio del Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, e dal 2001 al 2004 capo della Sezione Cerimoniale e Relazioni Esterne dello Stato Maggiore dell’Esercito. Promosso al grado di Colonnello nel 2004, è stato nominato comandante del 235° Reggimento Addestramento Volontari di Ascoli Piceno. Dal 2005 al 2009 è stato assistente militare e aiutante di campo del Presidente della Repubblica. Nella seconda metà del 2009 ha partecipato alla missione International Security Assistance Force (Isaf) quale Acos-Ops del Regional Command Capital in Kabul. Promosso generale di brigata, ha assunto l’incarico di comandante della 132ª Brigata corazzata "Ariete", con sede a Pordenone. Dal 2011 al 2013 ha prestato nuovamente servizio allo Stato Maggiore dell'Esercito, quale vicecapo del V Reparto Affari Generali. Promosso Generale di Divisione nel luglio 2014, e fino al 2017, è stato comandante dell'Accademia Militare di Modena. Dall’agosto 2017 a ottobre 2018 è stato vicecomandante del Comando Militare della Capitale. Promosso generale di Corpo d’Armata, dal 10 novembre 2018 al 3 novembre 2019, è stato nominato vicecomandante della missione Resolute Support in Afghanistan. Dal 15 novembre 2019 ha assunto l’incarico di comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito

Tre le onorificenze ricevute quella di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana; la Medaglia Mauriziana; la Medaglia di bronzo al merito della Croce Rossa; la Medaglia d’oro per lungo comando; la Croce d’oro con stelletta per anzianità di servizio; e la Insegna d’onore della Casa Militare della Presidenza della Repubblica; Medaglia Nato – non art.5 – operazione ISAF; Medaille d’or defense nationale (Francia); Legion of Merit (Stati Uniti); - Ehrenkreuz der Bundesweher (Germania).

Il generale Camporeale ha, inoltre conseguito il diploma di laurea e il master di 2° livello in Scienze Strategiche presso l’Università degli Studi di Torino e si è laureato, con lode, in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università degli studi di Trieste. Presso l’Università di Tor Vergata in Roma ha conseguito, con lode, il master in “Comunicazione Istituzionale”.


Articoli più letti