Natale, la città di Taranto sarà addobbata con le luminarie d'artista

Natale, la città di Taranto sarà addobbata con le luminarie d'artista
Il progetto delle luminarie d'artiste sviluppato al computer, in piazza Castello

Il tema è quello dei mare e dei miti come messaggio sui settori per cui puntare per la rinascita della città

TARANTO - Le luminarie d'artista, tipiche di Salerno e diffuse in tutto il mondo, arriveranno anche a Taranto per abbellire la città ed attirare turisti in occasione delle festività natalizie. Dal 22 novembre 2019, giorno di Santa Cecilia, in cui iniziano ufficialmente i festeggiamenti e l'attesa per il Natale, tra bande che suonano per le vie della città e mamme che preparano le pettole all'alba, la città sarà illuminata con sculture luminose nelle vie del Borgo, in particolare le vie commerciali più importanti della città.

Sino al 6 gennaio 2020 strade e piazze saranno 'immerse' in luci a tema "Mare e Miti" (Ma.Mi.), come dal titolo dell'importante momento culturale che l'Amministrazione comunale, così come annunciato in una nota stampa, vorrebbe far diventare stabile nel palinsesto degli eventi affinché possa coinvolgere i tarantini di ogni età, ridare loro orgoglio e speranza.



Elemento centrale del progetto saranno proprio queste installazioni luminose, che avranno come filo conduttore i due elementi sui quali l’Amministrazione comunale sta fondando la rinascita della città: il mare e la storia. I dettagli saranno illustrati nei prossimi giorni anche se alcuni particolari sono stati svelati come i delfini, simbolo della città e della sua storia di fondazione. Delfini tanto amati, anche perché nel mar Ionio, proprio a poca distanza dalla costa tarantina, è possibile ammirarli in varie stagioni dell’anno. I mammiferi amici dell’uomo effettueranno, come svelato nel progetto qui pubblicato, i loro allegri salti tra coralli colorati e luminosi anch’essi.

Ma il messaggio, come appunto è nello spirito del Natale, oltre alla speranza che deve sempre esserci, è quello più profondo di rinascita attraverso attenzioni e sviluppi di nuovi settori che Taranto ha da sempre ma che non vengono mai abbastanza messi in rilievo. In una città dove è forte il senso della tradizione e dell’attaccamento al territorio e nella quale non deve mai mancare l’innovazione.

“Sono momenti difficili, sarà un Natale di riflessioni importanti sulle nostre radici e le nostre potenzialità. Ugualmente - commenta il sindaco Rinaldo Melucci - non vogliamo far mancare del tutto il senso della festa e di una comunità che si stringe ai più piccoli, di una città che reagisce alle avversità e guarda con coraggio al futuro”.

Illuminare una città per il Natale significa anche attirare turisti e far girare economia di cui Taranto ha bisogno per farsi conoscere, al di là della cronaca, nella sua bellezza incantevole. Addobbare le strade e le piazze vuole inoltre essere un modo per rallegrare gli animi, e Taranto ne ha davvero tanto bisogno.

“In questo momento difficile - afferma l’assessore alla cultura e sport Fabiano Marti - abbiamo deciso di donare alla città un’atmosfera natalizia sobria senza dimenticare però quanta importanza rivestono questi giorni per i bambini, veri protagonisti del Natale e del cambiamento della nostra città”, e nello stesso tempo offrire quel messaggio di possibile cambiamento verso due settori: il mare e la storia con la cultura che potrebbero davvero far rifiorire e al meglio Taranto.