Con grande anticipo è in arrivo Babbo Natale dal mare

Con grande anticipo è in arrivo Babbo Natale dal mare

Nel week end di Santa Cecilia serie di eventi per dare il via al periodo natalizio

BRINDISI - Quest’anno Babbo Natale arriverà con grande anticipo e la prima città pugliese in cui farà visita sarà Brindisi. Con l’evento “Brindisi Città del Natale 2019”, organizzato dall’associazione Events& Promotion di Roma, in collaborazione con il Comune di Brindisi, sotto la direzione di Antonio Rubino Organizzazioni e il patrocinio della Regione Puglia, si darà ufficialmente il via alle tre giorni, dal 22 al 24 novembre da mezzogiorno a mezzanotte, del periodo natalizio a Brindisi.

Il primo importante appuntamento è per il 21 novembre alle ore 16 sul lungomare Regina Margherita dove arriverà Babbo Natale, accompagnato da suo fratello gemello Ambrogio. Non arriveranno in slitta dal cielo ma dal mare a bordo di uno dei rimorchiatori della azienda “Fratelli Barretta” e ad attenderli ci saranno le principali autorità locali insieme con i bambini.

I due Santa Claus, poi, accoglieranno, da mezzogiorno a mezzanotte, nell’ex Convento delle Scuole Pie, nel cuore del centro storico cittadino, tutti i bambini e le loro famiglie. L’ingresso è gratuito e l’organizzazione consiglia di visitate la loro ‘casa’ non negli orari di punta.

L’evento rientra nell’iniziativa “Brindisi Città del Natale 2019”, organizzata dall’associazione e che partirà ufficialmente il 22 novembre, giorno di Santa Cecilia, in cui molte famiglie, soprattutto del Sud Italia hanno l’usanza di allestire l’albero di Natale e mangiare pettole accompagnate da buon vino, tra queste la città di Taranto. A Brindisi apriranno i primi mercatini di Natale sotto la neve artificiale che, in assenza di quella naturale, calerà copiosa da piazza Sottile.

E’ qui che la gente potrà acquistare gli addobbi che adorneranno i propri alberi, da lì a qualche giorno, le statuine artigianali per i presepi e tanti altri articoli che richiamano la tradizione. Un po’ come accade nel Nord Europa, ma anche nell’Alto Adige, dove mercatini di Natale hanno già aperto i battenti da qualche settimana.

Tutto questo sino alla mezzanotte di domenica 24 novembre, ma tante altre iniziative continueranno per un mese e mezzo a cura di associazioni locali e di categoria. Non mancheranno i sapori natalizi, ad iniziare dai vini, rigorosamente pugliesi e selezionati dall’Associazione Puglia Gourmet, così come le pettole (pittule) a go go, ma anche specialità tipiche proposte da espositori gourmet, provenienti da diverse parti d’Italia, Tra questi sapori i funghi cardoncelli o il carciofo fritto, le caldarroste, i dolci tipici, le cioccolate, gli arrosti vari, i salumi di Norcia, ma anche i panzerotti, le tipiche cazzatedde cegliesi e tante altre prelibatezze servite in continuazione sempre da mezzogiorno a mezzanotte. Ma soprattutto l’immancabile spirito natalizio.

Nell’ex Convento delle Scuole Pie, presidiata dai suoi soldati e dagli Elfi, i bambini potranno conoscere e farsi la foto ricordo con Babbo Natale, ricevere gratis il cappello di Santa Claus, ma soprattutto vivere un magico momento che ricorderanno per tutta la vita.

Infine, va ricordato che all’evento è abbinato anche un progetto umanitario: nell’ex Convento delle Scuole Pie, sede di Santa Claus, con un contributo volontario sarà possibile assicurare una fornitura di letti e materassi per trenta stanze all’interno di un orfanotrofio nel Congo voluto da frate Loren. Saranno i volontari della stessa associazione a gestire le donazioni volontarie.