I sommelier d'Italia assegnano Quattro Viti a vino prodotto in Salento

  • In LECCE
  • mer 06 Novembre 2019
I sommelier d'Italia assegnano Quattro Viti a vino prodotto in Salento
I fratelli Garofano ritirano il premio ricevuto a Roma

Un Negroamaro nella guida Vitae 2020 dell'Ais, ha ricevuto pure il premio Tastevin Ais

COPERTINO - Tra i 22 vini eccellenti italiani, secondo l'Associazione Italiana Sommelier (Ais), c'è pure il Negroamaro “Le Braci” di Garofano Vigneti e Cantine di Copertino premiato con il Tastevin Ais in occasione della presentazione della guida Vitae 2020, che recensisce ogni anno i migliori vini italiani.

Lo speciale riconoscimento viene assegnato ogni anno, uno per regione, ai vini che hanno contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, rappresentano un modello di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona e hanno riportato sotto i riflessoti vitigni dimenticati. Per l’annata 2013, tra l’altro disponibile sul mercato da pochi giorni, c’è il Negroamaro di Severino Garofano, l’enologo irpino d’origine e pugliese di adozione che ha cambiato per sempre le sorti della vitivinicoltura meridionale eleggendo il Negroamaro a vitigno principe della produzione salentina di qualità e non più vino da taglio, che costituisce oggi la base di tutti i vini Doc e Igt della zona.

Scomparso nel settembre 2018, oggi il suo lavoro prosegue grazie ai figli Stefano e Renata che mantengono a tutti i costi i valori che sono diventati le caratteristiche distintive delle etichette di casa Garofano. Proprio Stefano e Renata Garofano hanno ritirato l’ambito premio a Roma, nella Convention Center La Nuvola di Massimiliano Fuksas, lo scorso 25 ottobre. Il vino pugliese, è qui che vengono coltivate le viti e prodotto il Negroamaro d’eccezione, è ora nella guida 2020 con le Quattro Viti, il massimo riconoscimento previsto da Vitae. Un riconoscimento che le cantine Garofano si sono già viste assegnate in passato. Per questa edizione sono state conquistate da Le Braci 2013, che in questa annata porta all’occhiello anche i Cinque Grappoli di Bibenda.

Le Braci, Salento IGP, è una delle selezioni dell’azienda, prodotto da uve Negroamaro (100%), colore intenso con riflessi purpurei, tendenti al granato. Morbido, elegante, sontuoso al palato, regala una lunga persistenza di sensazioni gusto-olfattive. La sovramaturazione delle uve, ovvero l’avvizzimento spinto degli acini, processo che avviene solo in alcune annate quando il clima è favorevole, dona al vino una struttura complessa e sontuosa.

L’etichetta continua a riscuotere i massimi riconoscimenti dalle maggiori guide di settore. Ha ottenuto il Sole di Veronelli con l’annata 2010, punteggi di eccellenza da Robert Parker, oltre le 4 viti Ais e i 5 Grappoli Bibenda nelle varie edizioni. L’azienda è anche Azienda Slow sulla guida Slowine, dove Le Braci è anche stato insignito come Vino Slow.