Performance di body painting fluo per una serata di spettacolo gratis

  • In BARI
  • ven 18 Ottobre 2019
Performance di body painting fluo per una serata di spettacolo gratis
Una creazione di Alessandro Matassa

A tenerla sarà l’artista e insegnante Alessandro Matassa

MODUGNO - Una dimostrazione pubblica di body painting fluo sarà dedicata a questa nuova arte in uno speciale evento gratuito in programma a Modugno il 20 ottobre 2019. Nell’open day de “La Dimora dell’Arte”, Accademia di formazione artistica, si terrà una serata di attività e spettacolo gratuita, aperta a tutti, caratterizzata dalla performance di Alessandro Matassa, insegnante di arte, body painter e alunno dello stesso centro di formazione.

“Disegnerò al buio – ha affermato l’artista – sul corpo di una modella. Darò maggiore luce alla sua fisicità, perché sarà essa stessa che disegnerà. Il fluo dà risalto alle forme e alla sagoma, permette una rielaborazione e un superamento, proprio perché attraverso questa tecnica si esce dall’oscurità”.

Utilizzando la tecnica dei pennelli e delle dita, accompagnato dal suono della musica, Alessandro Matassa darà un assaggio della tecnica appresa negli ultimi anni. Infatti sebbene sia insegnante di Educazione artistica nella scuola “Duse” di Bari, da sempre è spinto dalla voglia di sperimentare, apprendendo da altri artisti specializzati. La conoscenza con il body painting è avvenuta con la disegnatrice barese Silvia Belviso e successivamente si è specializzato nel settore fluo, avvalendosi della collaborazione delle fotografe Rosy Marano prima e attualmente Anna Elena Castello. Con queste ultime ha realizzato numerosi set, perché la fotografia elabora molto bene i disegni realizzati con la tecnica fluo, ottenuti da vernici cosmetiche, che illumineranno il buio assumendo vitalità e movimento. Ma non si è fermato. Oltre a lavorare l’argilla, il raku, una particolare argilla giapponese, proprio a “La Dimora dell’Arte” sta studiando canto con la professoressa Sabrina Schiralli, direttrice dell’Accademia di formazione artistica.

“Sarà la mia prima esperienza dal vivo, di fronte a delle persone. Ho già in mente che figure realizzare, ma sarò trascinato dalla situazione. Probabilmente coinvolgerò anche mio figlio di cinque anni. Mi potrebbe servire la sua mano” annuncia Matassa. Al termine della performance, che avrà una durata di circa un’ora, l’open day continuerà con lezioni gratuite a scaglioni. Si incomincerà alle ore 18 con la pittura, per passare alle 19 al canto e agli strumenti musicali e si terminerà alle 20 con lezioni di recitazione e dizione.