Puglia e Salento premiati agli Awards Food and Travel Italia

  • In BARI
  • lun 07 Ottobre 2019
Puglia e Salento premiati agli Awards Food and Travel Italia

Per accoglienza, eventi, strutture, progetti innovativi e qualità dei prodotti locali

BARI - La Puglia unica regione premiata, insieme a tanti operatori pugliesi, agli Awards 2019 Food and Travel Italia svoltasi il 4 settembre a Santa Margherita di Pula (Cagliari) in un gala dedicato al meglio della enogastronomia e del turismo italiano, così come vuole il premio.

La Puglia straordinaria, della enogastronomia e dell’accoglienza, è stata protagonista e sotto i riflettori internazionali al premio Awards di categoria organizzato dal network internazionale Food and Travel Magazine. Riconoscimenti sono andati ai migliori locali del Salento, migliori ristoranti, eventi, prodotti come il Primitivo e il miglior borgo dell’anno, per accoglienza, eventi, strutture, progetti innovativi e qualità dei prodotti locali

Gli operatori turistici pugliesi premiati sono: Gigi e Marta Costa di “Gibò Luxury Club” di Santa Maria di Leuca, Alessandro Coppola “La Taverna del Porto” di Tricase, la famiglia De Donno di “Palazzo de Noha “e “Suite” di Tenuta Mosé a Lecce, per le materia prime Pesce Martesca di Tricase e Calamuri Primitivo Salento IGP Cantina Menhir, la chef leccese Isabella Potì, come donna dell’anno, e Floriano Pellegrino, come chef visionario di Bros, Monica Caradonna di Taranto per l’evento Enogastrorbite, Veronica Milo e Paola Cantoro di “Vivosa” di Ugento, premio speciale Spa; e infine Specchia come Borgo dell’anno.

Nella motivazione al premio alla Puglia si legge: “La regione che stupisce per i suoi paesaggi colorati e forti, disegnati fra distese di uliveti secolari e coste rocciose, interrotte da spiagge che si tuffano nel mare più blu che ci sia. Una terra armonica, equilibrata, decisa; tutto è da vedere, toccare, da respirare, da gustare lentamente, con il vento fra i capelli. Terra di sapori che madre natura accompagna e cresce con tanta sapienza e perfezione e che, lavorati dalle mani e dalla genialità dell’uomo danno vita a vere e proprie opere d’arte dedicate al gusto. Puglia: un’esperienza che non si dimentica. Siamo in Puglia e non vorremmo essere altrove”.

Soddisfatti e orgogliosi il presidente Michele Emiliano e l’assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, per il riconoscimento ottenuto “non solo per la qualità della sua enogastronomia che poggia su tradizioni antiche – ha dichiarato Emiliano – e perché sempre capace di stupire con intuizioni innovative, e per il grande impegno di questi anni da parte di istituzioni pubbliche e operatori turistici per migliorare l’offerta e l’accoglienza, non rinunciando mai alla autenticità".

La Puglia nella serata di gala si è distinta dalle altre regioni non solo per la presenza politica attenta allo sviluppo del turismo ma anche per tanti operatori che formavano una squadra, più sotto il profilo personale che degli affari. Vincenti le strategie del turismo in Puglia per le quali l’assessore Capone, presente alla serata per la consegna del premio alla Puglia, ha espresso soddisfazione e orgoglio anche per il lavoro svolto dagli operatori pugliesi: “I tanti operatori pugliesi che si stanno facendo apprezzare in tutta Italia e nel mondo stanno raggiungendo traguardi importanti, in piena sinergia con la stratega della Regione Puglia che punta sulla qualità da parte di ristoratori, strutture ricettive, luoghi del divertimento, in grado di fornire una offerta gradita agli ospiti con il comfort di un’accoglienza amicale”.

Queste le principali motivazioni per le quali sono stati premiati tanti operatori pugliesi ed è stata premiata la regione: per una capacità di investire sul miglioramento dell’offerta in modo da fare sentire al turista il comfort di casa. Un premio ‘moltiplicato’ che non è un punto di arrivo quanto piuttosto un punto di partenza per continuare a migliorarsi per essere sempre più innovativi e competitivi. In un progetto, anche futuro, in cui continueranno sempre la tendenza naturale ad accogliere persone nuove che vengono per la prima volta in maniera massiccia da altri paesi. “Chi compra un pacchetto turistico in Puglia sa di non prenotare solo una vacanza ma un periodo di benessere e calore umano – ha detto ancora Capone - Dobbiamo incidere non per diventare industriali del turismo di massa ma per diventare professionisti nella qualità”.

Gli operatori turistici pugliesi premiati sono: Gigi e Marta Costa di “Gibò Luxury Club” di Santa Maria di Leuca, Alessandro Coppola “La Taverna del Porto” di Tricase, la famiglia De Donno di “Palazzo de Noha “e “Suite” di Tenuta Mosé a Lecce, per le materia prime Pesce Martesca di Tricase e Calamuri Primitivo Salento IGP Cantina Menhir, Isabella Potì, come donna dell’anno, e Floriano Pellegrino, come chef visionario di Bros, Monica Caradonna per l’evento Enogastrorbite, Veronica Milo e Paola Cantoro di “Vivosa” di Ugento, premio speciale Spa; e infine Specchia come Borgo dell’anno.