Tre nuovi voli dagli aeroporti di Bari e Brindisi verso l’Europa

  • In BARI
  • ven 27 Settembre 2019
Tre nuovi voli dagli aeroporti di Bari e Brindisi verso l’Europa

Sono previsti dalla primavera 2020 in Austria, Lussemburgo e Polonia

BARI - Nuovi voli, dalla primavera 2020, sono previsti dagli aeroporti di Bari e Brindisi verso tre Paesi europei: Austria, Lussemburgo e Polonia. A comunicarlo è Aeroporti di Puglia. Il primo sarà il collegamento tra Brindisi e Vienna a partire da aprile 2020, quando il vettore Laudamotion, controllato al 100% dalla compagnia Ryanair, avvierà la linea aerea con quattro voli a settimana per tutta la stagione primavera-estate. In linea con il documento di programmazione strategica della società e con il Piano "Puglia 365" di Pugliapromozione, il volo si inserisce nel programma di espansione del network internazionale, funzionale alle esigenze di destagionalizzazione e apertura di nuovi mercati utili alla crescita del sistema turistico regionale.

Mentre dal 5 aprile 2020, sempre dall’Aeroporto del Salento di Brindisi, la Luxair raddoppierà le proprie destinazioni in Puglia per collegare, dopo Bari, anche Brindisi con il Lussemburgo. Il collegamento, che costituisce una novità assoluta per lo scalo brindisino, verrà operato con frequenza settimanale – tutte le domeniche - e completerà l’offerta di Luxair per gli aeroporti poiché già opera con successo voli su Bari. Grazie a questi nuovi collegamenti, l’offerta internazionale dell’aeroporto di Brindisi si arricchisce e si completa, soprattutto in un positivo contesto di destagionalizzazione che tanto contribuisce al successo dell’industria del turismo della Puglia, donando un ruolo strategico allo scalo nelle politiche attrattive di tutto il Salento.

Ad arrivare, ne sono certi ad Aeroporti di Puglia, non solo turisti ma soprattutto i pugliesi residenti nel Granducato che da tempo chiedevano, come nutrita comunità presente al di là delle Alpi, di potenziare i collegamenti tra la Puglia e il Lussemburgo. Per loro questo volo rappresenta una ulteriore e preziosa opportunità per mantenere vivi e ancor più solidi i legami con la propria terra di origine.

Da giugno 2020 l’aeroporto Karol Wojtyla di Bari-Palese sarà invece collegato con Danzica, più precisamente lo scalo Gdnask, accanto al più noto Lech Walesa, dove sono stati realizzati uffici, hotel, servizi vari e collegamento alla ferrovia metropolitana proprio per agevolare sia turisti che imprenditori commerciali. Ad avviare il collegamento con la Polonia sarà Wizz Air che vuole far emergere la città, nel nord della Polonia, importante centro portuale sul mar Baltico. L’operativo dei voli prevede una doppia frequenza settimanale, con partenze ogni lunedì e venerdì.

Per il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti “la collaborazione con Wizz Air continua a produrre ottimi risultati, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo delle connessioni con mercati, come quello polacco, che anno dopo anno si dimostrano sempre più importanti per l’industria del turismo pugliese”.

L’aeroporto di Brindisi non è da meno, visto che “rappresenta per una infrastruttura strategica in grado di contribuire con le sue peculiarità, alla crescita del turismo nel Salento - spiega Tiziano Onesti - Un turismo che deve puntare sempre più alla destagionalizzazione. Le caratteristiche territoriali e climatiche, infatti non impediscono che dall’Europa si possa arrivare in Puglia e godere delle bellezze offerta dai suoi territori, in qualsiasi stagione dell’anno. Nuove opportunità, quindi che derivano anche da una sempre costante e maggiore attenzione al territorio e alla sua valorizzazione. L’avvio di questo nuovi voli, apre le porte a nuovi mercati e offre nuove possibilità e strategie di crescita e di conoscenza. In questo processo di sviluppo, fondamentale è il contributo della Regione Puglia e degli operatori”.

Tre nuovi voli che contribuiranno a far crescere i dati già positivi degli ultimi anni, come quelli del mese di agosto 2019 che ha registrato un +10% rispetto allo stesso mese del 2018. Una crescita costante con numeri da record per passeggeri in arrivo e in partenza visto che dal Karol Wojtyla e dall’Aeroporto del Salento sono stati complessivamente 892.667, in crescita del +10,1% rispetto allo scorso anno. Si conferma positivo il traffico di linea internazionale che, con 430.102 passeggeri, registra un incremento del +17,8% rispetto al 2018. In dettaglio i passeggeri di linea internazionale sono stati 327.966 su Bari (+19,2%) e 102.136 (+13,6%) su Brindisi.

A conferma di ciò i dati riferiti al periodo gennaio - agosto 2019 che tra il Karol Wojtyla e l’Aeroporto del Salento registra 5.496.362 passeggeri - tra arrivi e partenze - in crescita del +10,7% rispetto allo stesso periodo del 2018. Ottimi risultati per la linea nazionale con 3.251.781 passeggeri (+5,3%) e per la linea internazionale che con 2.141.924 passeggeri segna un +20,1% rispetto al progressivo del 2018. Nei primi otto mesi di quest’anno, i passeggeri su Bari sono stati 3.690.951 (+12,4%) e 1.805.410 (+7,4%) quelli su Brindisi.