Tutti pronti con l’Iron Bike nel Canyon e nel bosco gravinesi

  • In BARI
  • mer 11 Settembre 2019
Tutti pronti con l’Iron Bike nel Canyon e nel bosco gravinesi
GRAVINA IN PUGLIA Parco Capotenda

Tre i percorsi e le gare previste con centinaia di partecipanti in un luogo suggestivo

GRAVINA IN PUGLIA - Sarà Gravina in Puglia ad ospitare l’evento più atteso di tutto il campionato Iron Bike, un mix di emozioni che si concentreranno in pochi chilometri tra la suggestiva e antichissima città di Gravina e il Bosco Difesa Grande, transitando per luoghi ricchi di storia, di fascino e di difficoltà tecniche per gli amanti della mountain bike. E’ la Mediofondo Bosco Difesa Grande, giunta alla sesta edizione, che si svolgerà il 15 settembre 2019. Inizialmente prevista per domenica 12 maggio è stata annullata pochi minuti prima dell’inizio della corsa a causa dell’intenso nubifragio che si è abbattuto in quei giorni su tutta l’area murgiana. L’Iron Bike 2019, guidata sino alla partenza della scorsa tappa dal gravinese Mino Ceci, ora all’inseguimento della maglia, giunge alla tappa numero 8, la prima del trittico finale che si concluderà a Ruvo di Puglia il 20 ottobre 2019 dopo essere transitato da Spinazzola. Il 15 settembre partenza e arrivo sono nell’area naturalistica di Capotenda, vicinissimi al centro storico e al ponte-acquedotto della Gravina.

L’organizzazione è affidata al team Amicinbici Losacco Bike, partner della prima ora dell’Iron Bike sin dai suoi albori, capace di attirare su Gravina un numero sempre crescente di atleti, che è giunto a superare quota 600 gli scorsi anni e che già in queste ore viaggia sui 450 pre-iscritti. Numerose le novità per l’edizione 2019, che porterà gli atleti ad immergersi prima nel fascino del canyon carsico (attraversando più volte i ruscelli) e poi ad affrontare la penombra del bosco di querce (cinque le varietà esistenti) più esteso di Puglia.

Tre i percorsi previsti: lungo (45 km), corto (32 km – non valido per l’Iron Bike) e il cicloturistico per non tesserati (28 km). La partenza da Gravina in Puglia, dalla quale, dopo circa 7 km i partecipanti si immergeranno nel fantastico Canyon la Gravina, passaggio spettacolare che lascerà tutti i biker a bocca aperta. Successivamente si passerà nel Parco naturalistico di Capotenda dove sono le grotte abitate già dal Paleolitico, salendo su per la Collina di Botromagno si raggiungerà il Bosco Difesa Grande, uno dei più importanti complessi boscati naturali dell’intera Puglia, dove i biker affronteranno salite brevi ma tecniche, single track e zone aperte panoramiche.
Dalle ore 7 alle 9 ritrovo, verifica licenze, consegna numero (per i non abbonati sarà personalizzato, un’idea firmata Amicinbici Losacco Bike), consegna chip. La partenza è prevista alle 9.30 (cadenzata per i tre diversi percorsi e anticipata di 20 minuti dalla corsa e-bike) dall’area panoramica di Capotenda a ridosso del canyon (via Madonna della Stella nei pressi del passaggio a livello). Ma la novità maggiore è rappresentata dalle presenze dei big. L’eco della corsa gravinese è giunto anche ai piani alti del professionismo della mountain Bike, così che per la Mediofondo Bosco Difesa Grande Mino Ceci e la Ciclisport 2000 (squadra mattatrice sinora) dovranno vedersela con atleti del calibro di Cristiano Salerno e Giacomo Berlato (Team Innovation) che per essere presenti a Gravina faranno letteralmente i salti mortali (il giorno prima saranno impegnati a Capoliveri sull’isola d’Elba), ma anche della caratura di Vittorio Oliva, Ludovico Arcuri, Francesco Favale e Marco Varicenti del team Carbon Hubo.

In combinata con la gara di Rocca Imperiale (Calabria – “Granfondo Terre Federiciane”) prevista per il 9 giugno, gli atleti partecipanti alla Mediofondo Bosco Difesa Grande concorreranno in una speciale classifica a punti “Drom Bikes” che premierà i primi di categoria con il pettorale per una prestigiosa gara a Cortina d’Ampezzo. Il team vincitore della classifica generale a squadre guadagnerà invece, per tutti i suoi corridori, il gettone di presenza a un’altra gara blasonata.