mer 28 Agosto 2019

Premiata dalla sua città la giovane ballerina Cuocci

  • In BAT
  • mer 28 Agosto 2019
Premiata dalla sua città la giovane ballerina Cuocci

A 16 anni può già vantare una carriera luminosa

MARGHERITA DI SAVOIA - La città di Margherita di Savoia ha voluto premiare una cittadina esemplare per i successi conseguiti, nonostante la giovanissima età, nella danza classica. Dopo il Gran Gala dello Sport del 18 agosto 2019, durante il quale Gabriella Cuocci, 16 anni, si è esibita sulla variazione di Kitri dal terzo atto del Don Chisciotte, la giovane ballerina margheritana Gabriella Cuocci, il 24 agosto è stata invitata a Palazzo di Città e ricevuta dal indaco Bernardo Lodispoto, e dai rappresentanti della Consulta dello Sport per consegnarle una speciale targa di ringraziamento.

Gabriella ha iniziato la sua ‘vita sulle punte’ a soli 6 anni con le insegnanti Grazia Ferrante e Alessandra Marzulli. A 10 anni ha vinto il suo primo concorso come ballerina solista al Dance Two Thousands, continuando poi di anno in anno a mietere successi: primo posto al concorso S. Nicola Passo a Due nel 2015; nello stesso anno ha vinto la borsa di studio “Tersicore” e selezione “Corpi in mostra” ed un’altra borsa di studio (sezione classico) all’Apulia Danza Festival; nel 2016 ha partecipa ad uno special training con la Royal Ballet School di Londra e vinto un’altra borsa di studio a cui è seguita l’entrata nell’Academia National de Ballet “Fernando Alonso” a Cuba; nel 2017 è risultata vincitrice del concorso Dance Stars of Tomorrow nel 2017; nello stesso anno ha superato l’audizione all’Accademia Internazionale Coreutica, di cui è entra a far parte del Corso Accademico; nel settembre 2018 ha superato l’audizione all’Accademia di Balletto Ucraino con sede a Milano, dove continua a perseguire i suoi sogni in una delle più importanti e prestigiose accademie di danza.

L’Amministrazione comunale di Margherita di Savoia ha reso omaggio a questa piccola grande ballerina con una targa per il suo infaticabile impegno nello studio di questa affascinante, elegante, raffinata e delicata disciplina, che però richiede enormi sacrifici, e per i suoi successi che danno lustro all’intera città pugliese. A ritirare il riconoscimento insieme con Gabriella Cuocci c’erano i suoi genitori e la maestra di danza Grazia Ferrante, che da sempre la segue con affetto e dedizione.

«I nostri giovani talenti – ha dichiarato nella circostanza il sindaco Bernardo Lodispoto – meritano di essere sostenuti e valorizzati. La nostra azione dovrà configurarsi sempre più come politica della fiducia perché le nuove generazioni rappresentano una risorsa preziosa per il nostro paese e per la nostra società. Alla giovanissima Gabriella Cuocci rivolgo i più calorosi auguri di una fulgida carriera, con l’impegno di continuare a seguire e supportare il suo percorso».