I volontari di Retake non 'mollano' le azioni di pulizia e coinvolgono

  • In BARI
  • ven 14 Giugno 2019
I volontari di Retake non 'mollano' le azioni di pulizia e coinvolgono

Questa volta l’appuntamento è sul lungomare di San Giorgio con una speciale lezione di rilassamento

BARI - I volontari di Retake Bari, nonostante il caldo, non mollano. Continuano la ‘battaglia di pulizia’ in favore di tutta la città di Bari contro gli ‘sporcaccioni’ e tutti coloro che non rispettano l’ambiente, le strade ed i muri gettando e spargendo rifiuti ovunque, imbrattando con scritte incomprensibili o manifesti abusivi ogni superficie piana. Un lavoro che si sta estendendo strada dopo strada, piazza dopo piazza, spiaggia dopo spiaggia, quartiere dopo quartiere in tutta Bari. Sono riconoscibili dalle pettorine blu con il logo rosa su cui è scritto in bianco RetakeBari.

Il prossimo raduno è al quartiere San Giorgio, altra località estiva per molti, con l’iniziativa intitolata “Feel and save the earth” (dall’inglese “senti e salva la terra”). L’appuntamento aperto a tutti i cittadini volenterosi e desiderosi di dare un aspetto decoroso alla città è alle ore 10 in strada della Marina n. 27 davanti ad una nota pescheria. E’ qui che si terrà una lezione su “I danni della plastica”, quindi alle ore 10.30 si inizierà a raccogliere tutti i rifiuti, in particolare quelli in plastica (bottiglie e contenitori vari, buste comprese, stecche di lecca lecca e cotton-fioc, ma anche cicche di sigarette e quant’altro) sul lungomare San Giorgio-Torre a Mare. Subito dopo, a partire dalle ore 12 circa, dopo aver ‘salvato’ la terra da una parte di inquinamento, ci sarà l’occasione per sentire i benefici che la terra e la natura possono regalare al nostro organismo con tecniche di rilassamento e connessione del corpo con l’ambiente grazie ad una pratica a cura di una esperta.

Proprio quest’ultima pratica insieme con una lezione sugli errori quotidiani commessi da tutti renderanno il clean-up (la pulizia) diversa dalle precedenti. Saranno messe in evidenza le abitudini errate e quei gesti che possono fare la differenza a beneficio di tutti. Una su tutte le ‘cicche’ di sigarette gettate ovunque e che poi il vento sparge e fa finire in qualunque angolo della città. Tra le idee messe in atto dai volontari di Retake una serie di barattoli di latta sul lungomare di Santo Spirito per invitare i fumatori a gettarli in questi contenitori. Un piccolo gesto che non solo sta funzionando ma sta ‘rivoluzionando’ i comportamenti di tanti cittadini, a dimostrarlo le foto postate sulla pagina Facebook di Retakebari.

I volontari di Retake Bari, cittadini come tutti ma con un input in più visto che svolgono campagne coinvolgenti sostenendo e supportando l'Amiu, in maniera totalmente gratuita ma gratificante non si fermano a ripulire strade e spiagge, a rimuovere e differenziare i rifiuti abbandonati ma invogliano al rispetto del bene comune, alla cura dei luoghi, a preservare la memoria e il patrimonio della comunità, come loro stesso scrivono nella pagina sul social network. Il movimento no-profit che parte dai cittadini mira pure a diffondere tra la gente il senso di appartenenza verso tutto ciò che è della comunità quindi: piazze, giardini, strade, scuole e qualunque cosa appartenga al vivere quotidiano. Un’impresa non facile ma non impossibile e che in tanti, piano piano, stanno apprezzando a partire persino dai più piccoli. Chiunque può segnalare ai volontari situazioni fatiscenti chiedendo pulizie e ripristino di igiene e bellezza, tutti poi sono invitati (come domenica 16 giugno a San Giorgio) a contribuire alla riuscita della pulizia per migliorare la città, vederla più bella e sentirla sempre più nostra.