La spiaggia per malati di Sla riapre grazie a speciali poliziotti

  • In LECCE
  • lun 10 Giugno 2019
La spiaggia per malati di Sla riapre grazie a speciali poliziotti

E’ stato siglato l’accordo con il Ministero dell’Interno e l’associazione 2HE per garantire l’assistenza

MELENDUGNO - Atleti delle Fiamme Oro Salvamento ed agenti della Squadra Nautica della Questura di Lecce svolgeranno, anche quest’anno, il servizio di assistenza volontaria ai bagnanti per garantire completa sicurezza agli speciali ospiti de “La Terrazza – Tutti al mare” a San Foca di Melendugno. Sono infatti loro gli ‘angeli’ della spiaggia attrezzata per per persone affetta da Sla, patologie neuromotorie e altre disabilità.

I poliziotti per il terzo anno consecutivo, grazie alla rinnovata collaborazione tra il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Polizia di Stato e l’associazione 2HE, attuatrice del progetto solidale “Io Posso”, vestiranno per i particolari bagnanti ‘divise’ non usuali con le quali si faranno conoscere per un ruolo ed una preparazione a molti non note, insieme con tanta umanità e solidarietà che li renderanno unici oltre che indispensabili come lo sono ormai da anni.

L’accordo, siglato nella sede di 2HE a Calimera, ha l’obiettivo di sostenere le attività de “La Terrazza - Tutti al mare”, il primo accesso attrezzato al mare in Italia (pochi giorni fa è stato inaugurato uno in Sardegna nato dalla collaborazione con quello salentino) per persone affette da disabilità gravi e allestito su un tratto di spiaggia libera a San Foca di Melendugno, e dove anno dopo anno si registrano ospiti in aumento. La scorsa estate ne ha accolte circa 300, provenienti da tutta Italia e da diverse regione europee. Un modo anche questo per incrementare il turismo e l’economia in Salento ma soprattutto offrire una possibilità, quella di respirare, poter osservare e persino fare un bagno in mare a chi, colpito da una grave malattia invalidante, pensava di non poterlo fare più. Una iniziativa sicuramente ricca di solidarietà che regala energia positiva, forza e speranza di andare avanti a chi sta male ed ai familiari.

Il 15 giugno 2019 riaprirà per la quinta stagione de “La Terrazza” a San Foca. Nata da un’idea del quarantenne salentino Gaetano Fuso, ex poliziotto, malato di Sla dal 2014, nominato cavaliere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella, “La Terrazza - Tutti al mare” (sul lungomare Matteotti, al civico 57) fino ad un anno fa era un unicum, almeno su territorio nazionale. Oggi è un format preso come riferimento e replicato in altre parti d’Italia.

“Come è noto, il progetto nasce da un’idea e dalla ferrea volontà di un assistente capo della Polizia di Stato, Gaetano Fuso, costretto alla totale immobilità da una grave patologia invalidante – ha ricordato il questore di Lecce, Andrea Valentino - Un progetto fortemente sostenuto dalla moglie di Gaetano, Giorgia Rollo, che si è arricchito di altre importanti iniziative. “Io posso”, ed in particolare “La Terrazza”, che offre alle persone affette da disabilità anche fortemente invalidanti la possibilità di godere della bellezza del mare salentino, sono un’ulteriore tangibile testimonianza di quanto l’impegno civile sia realmente la forza nella nostra Amministrazione, e che gli slogan che ormai da anni caratterizzano la nostra quotidianità, “Essere tra la gente” ed “Esserci sempre” sono espressioni concrete del nostro quotidiano servizio a favore della collettività”. 

Poter contare sulla presenza di agenti delle Fiamme Oro e della Squadra Nautica “dà sicurezza a noi che operiamo per il miglior funzionamento della struttura e, soprattutto, agli ospiti, che ne riconoscono il ruolo e la preparazione – ha aggiungo Giorgia Rollo, presidente di 2HE - Il sostegno da sempre rappresentatoci con efficacia dalla Polizia di Stato rappresenta un tassello fondamentale per la realizzazione dei nostri progetti solidali. Colgo l’occasione per ringraziarli personalmente, visto che, tra l’altro, nella maggior parte dei casi si tratta di agenti riconfermati dunque già con una certa esperienza specifica in loco e ormai parte del team”.

Da ricordare che a “La Terrazza”, da ottobre 2018, si è aggiunto il servizio, gratuito anche questo per i malati come la spiaggia, "Tutti in Camper", la prima casa su ruote che permette viaggi anche di medio-lunga percorrenza altrimenti impossibili a chi vive su carrozzine di dimensioni speciali, necessita di sollevatori, letti motorizzati, concentratori di ossigeno, alimentazione elettrica e assistenza continua. Le persone colpite da malattie fortemente invalidanti (come Sla, Sma, distrofie muscolari) o da esiti post-traumatici gravi, che non possono allontanarsi da casa, spostarsi in treno, aereo o auto, o soggiornare in albergo perché i servizi offerti ai disabili non risultano sufficienti, possono ora contare su un mezzo di trasporto ed una spiaggia dedicata proprio alle loro necessità. Grazie a “Tutti in Camper”, quest’estate “La Terrazza - Tutti al mare” sarà raggiungibile anche da chi finora ha dovuto abbandonare il sogno di tornare a fare un bagno nelle azzurre acque perché impossibilitato ad affrontare un viaggio e potrà farlo nel meraviglioso Salento.


Articoli più letti