Evento goliardico con mezzi rivisitati e motociclisti fantasiosi

Evento goliardico con mezzi rivisitati e motociclisti fantasiosi

Torna nell’Autodromo del Salento la “Eroica, la folle corsa dei 50ini” con finalità pure benefica

TORCHIAROLO - Un evento sportivo e goliardico al tempo stesso, un momento che unirà generazioni diverse ma tutti appassionati della ‘due ruote’ e del vento sul volto, e soprattutto un modo per divertirsi e al tempo stesso fare del bene a chi ha bisogno. Tutto questo è la "Festa del Motosport", la "Eroica, la folle corsa dei 50ini", che si svolgerà domenica 9 giugno 2019 a partire dalle ore 9 nell'Autodromo del Salento a Torchiarolo, nella provincia di Brindisi, e che prevede la partecipazione di piloti

vestiti nella manifesta più disparata alla guida di motorini stravaganti.
Si tratta di una gara goliardica di endurance della durata di un'ora e mezza tra motorini, lambrette, vespe e scooter fino alla cilindrata di 125 cc. La particolarità della competizione a squadra è che queste ultime, composte ciascuno da tre persone, vestiranno abiti carnevaleschi e cavalcheranno ciclomotori dalle colorazioni più originali e stravaganti.
Dopo le due edizioni del 2018 che hanno riscosso un notevole successo, torna anche quest'anno la competizione a team più divertente e colorata, dove vince chi riuscirà a totalizzare più giri del circuito, grazie alla prestazione in pista e allo stravagante travestimento dei piloti e dei motorini. L'evento è eclettico e trasversale e coinvolge piloti di più di quattro generazioni, che vanno dai 14 ai 90 anni di età. Nel tracciato si sfideranno in due manche due diverse categorie.

Ci sarà la classe "Olimpia Supercross", più votata alla prestazione, dal carattere prettamente racing, ma pur sempre goliardico e non agonistico, dedicata ai ciclomotori a due e quattro tempi dalla cilindrata massima di 125 cc., con il solo telaio originale e personalizzati in tutto il resto con parti speciali costruite per lo più artigianalmente ex novo.
Mentre l’altra categoria sarà "Heroes funny race", per i rider più estrosi che desiderano esprimere al massimo la propria fantasia con motorini di serie sempre a due e quattro tempi, ma con cilindrata massima di 80 cc. Per questi ultimi l'impresa sarà più epica poiché dovranno affrontare prove speciali come "Il sentiero degli audaci", "Il percorso di Spartacus" e "La prova dell'unicorno".
Le prove permetteranno l'attribuzione di giri bonus.

All'interno dell'Area Box, aperta gratuitamente a tutti gli spettatori, ci saranno le più singolari attrattive, dall'area baby con i gonfiabili al mercatino del vintage, dalle esposizioni d'arte pop alla colorata street-art, dagli stand di prelibatezze alimentari alla musica. Saranno presenti Lambretta Club Puglia assieme alle concessionarie di Honda, Mash, Yamaha e Moto Guzzi della zona. La mattinata sarà arricchita dal Comics Contest, una gara di bellezza tra i vari team partecipanti mascherati. Questa cornice avrà senso anche grazie alla solidarietà offerta dai convenuti: infatti, i proventi della manifestazione saranno devoluti in beneficenza all'Associazione "Cuore Amico".

L'idea di realizzare questa "Eroica corsa dei 50ini" è nata dall'esigenza di accrescere la visibilità e la conoscenza della località con un evento caratterizzante e innovativo, all'interno del quale comunicare un messaggio di comunicazione del territorio. Sulla base di tale presupposto, l'associazione "Autocross Torchiarolo", che opera nell'ambito del motorsport per competizioni nazionali, in collaborazione con il Motoclub "Aquile salentine", ha concepito un progetto di comunicazione e di marketing territoriale che risponde alle aspettative dell'Amministrazione comunale di Torchiarolo patrocinante della manifestazione.

Per questa edizione la giornata sarà articolata da vari eventi interconnessi che culmineranno nella gara goliardica tra piloti dai travestimenti più disparati alla guida di motorini stravaganti sullo sfondo della solidarietà. Pertanto, l'evento sarà ricco di contenuti legati alle nuove tendenze, alla sicurezza in pista, all'arte e alla cultura. L'obiettivo primario di questo evento è di dare un primo e forte input di solidarietà ai giovani per la promozione del territorio come bene comune, sfruttando l'alto flusso di visitatori che popola il motorsport nel Salento.