Sono quattro i vincitori del contest Gran Premio di Bari in un click

  • In BARI
  • lun 20 Maggio 2019
Sono quattro i vincitori del contest Gran Premio di Bari in un click
Giulio Urbano - Auand a cudd

Tra loro anche il collaboratore di Puglia Positiva, Giulio Urbano con un’immagine esilarante

BARI - C’è la vera Bari in questo scatto di Giulio Urbano di V&G Shoots & Sports intitolato "Auand a cudd" tra i vincitori del concorso fotografico “Gran Premio di Bari in un click”, organizzato da Old Cars Club a margine del grande evento automobilistico che ha animato la città di Bari dal 26 al 28 aprile 2019. Il prezioso fotografo collaboratore di Puglia positiva si è aggiudicato un altro importante riconoscimento dopo quello dedicato al corteo storico di San Nicola.

Sullo sfondo di una rievocazione come quella della corsa automobilistica che si disputava a Bari tra il 1947 e il 1956 e ora riproposta ogni due anni, paragonabile alla Formula 1 dei tempi moderni, c'è un bagnante che con il braccio steso indica a qualcuno di guardare il corridore e l'auto d'epoca di passaggio in quel momento sul lungomare. Un 'personaggio tipico' della città che il bravissimo fotografo Giulio Urbano, come da lui stesso raccontato durante la premiazione svoltasi ieri mattina, 29 maggio, a Conversano e ripresa nel video del Gran Premio di Bari, aveva individuato da qualche minuto sino a cogliere e immortalare l'attimo, tra l'altro esilarante come il titolo, che lo ha decretato vincitore con altri tre fotografi. Per tutti una coppa ricordo ma soprattutto i complimenti della giuria che ha avuto un compito non facile nella scelta visto che erano 100 le foto iscritte al concorso e tra le quali ha dovuto selezionarne quattro, due per ciascuno dei contest organizzati. Tutti scatti originali, in cui spiccano attualità e nostalgia, fissati nella memoria grazie alla rievocazione del Gran Premio di Bari e resa ancor più bella e interessante da queste immagini di fotografi professionisi e appassionati che ci hanno messo grande impegno e cuore nel realizzarle, dimostrando cura e anche grande spirito di osservazione.

Le quattro immagini premiate sono sicuramente quelle che più di tutte sono riuscite a cogliere la ‘fusione’ piena della gara con la città, del tempo che fu con quello moderno, sotto certi aspetti mai cambiato. Una caratteristica di Bari dove tutto avviene tra la quotidianità delle tradizioni immortali. Nelle due foto premiate per il contest “Fotografa l’evento”, entrambi i fotografi vincitori sono riusciti a cogliere il senso della ‘Baresità’ tipica del borgo antico, del legame con il mare e delle amicizia, delle tradizioni che non possono saltare salvo qualche breve ‘distrazione’. I baresi da sempre cercano di sfruttare al massimo il tempo libero e dove possibile di riempire i vuoti per rimanere sempre attenti e informati. E così se Giulio Urbano con “Auand a cudd” ha colto l’attimo dell’invito tipico barese a guardare cosa stesse accadendo in quel preciso momento mentre alcuni erano intenti a prendere il sole sul lungomare, Edo Giua con “Passaggio a Bari vecchia” ha invece immortalato giocatori di tressette attratti da un insolito rombo alle loro spalle dove c’è anche il Castello Svevo. Sono riusciti entrambi a catturare elementi di interazione del pubblico durante la manifestazione tipici della baresità più consueta nel cuore ‘antico’ della città.

Per il contest “Fotografa la gara”, dedicato esclusivamente alle fotografie scattate alle auto storiche presenti nel circuito durante la gara, i vincitori sono stati Monica Grazzi con “Senza distrarsi” in cui un pilota con mani ben salde sul volante non si fa distrarre dalle luminarie di San Nicola e Vincenzo Fratepietro di Ferrara con “La Maserati in Cattedrale” che ha afferrato con un click l’attimo esatto del passaggio di una Maserati storica, per la prima volta dopo anni di 'fermo', in uno dei tratti più ricchi di storia e turismo del borgo antico.

Immagini davvero significative, ognuna diversa dall’altra e se vogliamo in due contest tra loro opposti in qualche particolare colto negli scatti, ma tutte allo stesso modo particolari per quell’occhio personale che consente a chiunque le veda di poter cogliere un momento diverso e più intenso della gara che, ogni due anni, regala grandi emozioni ai baresi pronti a regalare anche solo un’occhiata a quanto accade a pochi metri dal loro passaggio.

Le foto marchiate, a corredo di questo articolo, sono di PhotoDe_Monia altre foto sono visibili sulla pagina Facebook dove c’è anche un album dedicato

Anna Caiati

 


Articoli più letti