Attesi grandi ospiti per la prima edizione di Apulia Web Fest

  • In BARI
  • mer 15 Maggio 2019
Attesi grandi ospiti per la prima edizione di Apulia Web Fest

Il concorso per decretare le migliori webserie e, tra l’altro, cortometraggi, corti scolastici e pilot

TERLIZZI - Un festival internazionale dedicato al cinema digitale indipendente, organizzato dal Comune di Terlizzi, il primo in Puglia si svolgerà dal 17 al 19 maggio 2019 con ospiti internazionali, artisti, attori, registi e produttori da tutto il mondo. La prima edizione dell’“Apulia Web Fest – Audiovisuals, Peace and Food”, organizzato dal Comune in collaborazione con l’associazione culturale Morpheus Ego, col patrocinio di Apulia Film Commission, Mibac e Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, avrà come direttore artistico Michele Pinto.

Il Festival è inserito all’interno dell’ampio circuito mondiale della “Webseries World Cup”, la Coppa del mondo delle webserie che, ogni anno, da gennaio a dicembre, decreta la migliore produzione filmica della rete al mondo, sulla base dei punti accumulati nei vari festival aderenti: Toronto, Washington, Los Angeles, Miami, Rio, Valencia, Bilbao, Berlino, Amburgo, Seoul, Melbourne, ecc.

L’Apulia Web Fest ospiterà il direttore della Webseries World Cup, Joel Bassaget, e la vicedirettrice del Miami Web Fest, Laverne Delay, che terranno dei Panel, occasione che consente a Terlizzi di rappresentare la Puglia - seconda regione italiana, dopo la Sicilia, ad entrare nel circuito mondiale della “Webseries World Cup”, proprio attraverso l’Apulia Web Fest - ma anche l’Italia e le sue eccellenze nel panorama cinematografico multimediale in un contesto prestigioso ed internazionale.

Tre i concetti basilari su cui si fonda l’ideazione dell’Apulia Web Fest. Il primo è l’Audiovisuals - Promozione e valorizzazione della produzione audiovisiva, cinematografica e per i media digitali indipendenti a livello internazionale. Rivolto a opere audiovisive in formato digitale, l’Apulia Web Fest ha selezionato 127 opere tra le 141 iscritte a concorso e provenienti da 26 nazioni diverse, fra cui decreterà, con la cerimonia di premiazione in programma il 19 maggio 2019 i vincitori delle sei categorie (Webserie, Cortometraggi, Lungometraggi, Corti scolastici, Documentari, Pilot) assegnando 35 Premi, tra i quali la migliore Web Series internazionale e quella italiana, altri titoli ai corti, uno è dedicato alle scuole e poi ci sono le categorie varie drammatico e commedia, traile, animazione, musica originale ed il premio short contest.

Tutte le opere saranno proiettate nel corso delle tre giornate del festival nella Pinacoteca “De Napoli” e nella Biblioteca Comunale “Giovene” di Terlizzi, sia al mattino che al pomeriggio.

Due le giurie che decreteranno i vincitori: la Young Jury, presieduta da Angela Paganelli e composta da 100 studenti di quattro istituti scolastici del territorio (i licei "Tedone" di Ruvo di Puglia e “Galileo Galilei” di Bitonto e gli istituti tecnici “Volta- De Gemmis” di Bitonto e “Federico II Stupor Mundi” di Corato) assegnerà lo Young Audience Award; tutti gli altri premi saranno assegnati da un’apposita e selezionata giuria di esperti, composta da Salvatore Campanale, Anna Lucia Pinto e Adriano Silvestri, presieduta dal regista Damir Nemir Janeček.

Oltre al concorso principale del festival, è ancora possibile iscriversi allo Short Contest a tempo indetto dall’Apulia Web Fest per tutti coloro che vorranno cimentarsi in una gara di produzione filmica a tempo. Nel corso dei tre giorni del festival, dal 17 al 19 maggio, infatti, le troupe che si iscriveranno al Contest tramite l’indirizzo shortcontest@apuliawebfest.it avranno 50 ore di tempo per realizzare il miglior spot che sappia raccontare la città di Terlizzi, dando particolare rilevanza alla vivibilità della città e del territorio e alle bellezze artistico-monumentali. Il vincitore dello Short Contest, che assegnerà un premio in denaro pari a € 300, sarà decretato in occasione della cerimonia finale di premiazione nella stessa serata di domenica 19 maggio.

Altro concetto basilare e strettamente legato al principio della condivisione, intesa come incontro, conoscenza, confronto e reciproca contaminazione fra diversi pensieri artistici e differenti culture, con la nascita di nuove sinergie è quello della Pace. Esteso al territorio in cui si svolge il festival, la Puglia e, in generale, l’Italia, cuore del Mediterraneo che, durante tutta la sua storia millenaria, è stato luogo privilegiato di incontro mettendo in contatto popoli e civiltà diverse, segnandone l'evoluzione attraverso i secoli. Apulia Web Fest ospiterà, il 17 maggio alle ore 18 nella Biblioteca Comunale di Terlizzi, la conferenza sul Mediterraneo, in collaborazione con la Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, alla presenza di S.E. Mons. Cornacchia. Durante l’incontro, moderato dal giornalista Franco Tempesta, interverrà Nancy Nicole Falco, esperta in analisi dei conflitti internazionali. Sarà anche occasione per il conferimento del Premio per la Pace assegnato da parte della Diocesi agli artisti che, con i loro lavori filmici, dimostreranno attivo impegno e sensibilità in materia di diritti fondamentali dell’uomo.

Il terzo e ultimo concetto, contenuto nel sottotitolo della manifestazione, è il Food. L’eccellenza della tradizione gastronomica pugliese è imprescindibile dalla ricchezza della cultura culinaria del bacino del Mediterraneo dove, il “melting pot” fra cucine tipiche di popoli che si affacciano sul mare dell’incontro, offre un’esperienza sensoriale e culturale unica nel suo genere. Dopo la visita guidata al Castel del Monte riservata agli ospiti, il 18 maggio sarà possibile assistere alla performance culinaria dello chef Francesco Marrone che delizierà i palati con la sua cucina tradizionale rivisitata in chiave moderna, sposando una filosofia che vuole piatti prodotti con pochi ingredienti a chilometro zero, rispettandone la stagionalità. Il 19 maggio alle ore 10 all’interno del Chiostro del Convento delle Clarisse di Terlizzi, sarà allestito il Mediterranean showcooking a cura dei fratelli Francesco e Vincenzo Montaruli proprietari di un ristorante etnobotanico. Con la conduzione di Gianluca Giardi e Franco Tempesta, riunirà alla stessa tavola eccellenze culinarie, esperienze sensoriali, tradizioni e, soprattutto, persone di differente provenienza e cultura.

In programma anche una masterclass con Sergio Spaccavento, copywriter, autore radiofonico e sceneggiatore cinematografico e televisivo docente universitario e conferenziere internazionale, nonché direttore creativo esecutivo e partner di Conversion. Dalle ore 10 del 18 maggio, Spaccavento parlerà delle sue esperienze e darà consigli a tutti i presenti.

Una mostra fotografica su “Le bellezze della Puglia” è dedicata al territorio pugliese con gli scatti di Giuseppe Beltotto, che sarà allestita nella Pinacoteca “De Napoli”. Anche il logo dell’Apulia Web Fest, con la sua forma ottagonale, richiama il territorio, in particolare Castel del Monte, sito Unesco e simbolo della regione Puglia, mentre i colori simbolo dei cinque continenti, a cui il festival è rivolto senza alcuna distinzione, richiamano anche i colori primari elettronici, noti agli addetti ai lavori nel settore fotografico e cinematografico, e rappresentano la terra di Puglia: il giallo del sole e del grano, il rosso dell’accoglienza e dei pomodori, fra gli elementi gastronomici più significativi, il verde della campagna e degli ulivi, l’azzurro e il blu del cielo che incontra il mare.

All’Apulia Web Fest non mancheranno eventi collaterali e momenti di spettacolo e musica durante i tre giorni della manifestazione. Il programma è pubblicato sul portale web di Apulia Web Fest


Articoli più letti