Volontari di ogni età e il sindaco hanno ripulito il Parco comunale

  • In FOGGIA
  • ven 10 Maggio 2019
Volontari di ogni età e il sindaco hanno ripulito il Parco comunale

Con un’iniziativa di Italia Nostra per la settimana del patrimonio culturale

ORSARA DI PUGLIA - Non solo il mare anche colline e campagne si liberano dai rifiuti abbandonati in Puglia grazie al lavoro e all’attenzione di volontari di ogni età. Anche i cittadini di Orsara di Puglia non sono da meno a queste belle iniziative che, nei giorni scorsi, si sono ritrovati nel Parco Comunale di via Oriani per liberarlo da bottiglie di vetro, plastica, cartacce, confezioni in cartone per la pizza e altri rifiuti abbandonati e restituirle il giusto decoro.

Una quarantina tra bambini e ragazzi (di scuole elementari e medie), giovani, donne e uomini hanno lavoro fianco a fianco per una giornata intera, spinti da un’unica motivazione: quella di ripristinare l’ambiente naturale e la tutela dello stesso, aderendo all’iniziativa organizzata dai volontari della sezione troiana di Italia Nostra e dell’Amministrazione comunale di Troia.


>


Attrezzati con guanti, bustoni e tutto quanto l’occorrente, piccoli e grandi cittadini il 5 maggio hanno voluto dare il loro contributo alla “Settimana del Patrimonio Culturale 2019” con una giornata ecologica. La buona riuscita dell’iniziativa è stata sostenuta anche da Ortovolante (cooperativa che si occupa della ortoterapia per i disabili), Orsara Arcobaleno con i volontari del servizio civile, Cooperativa San Michele, dagli operatori ecologici del paese e dall’impegno del professore Antonio Casoria.

I volontari si sono ritrovati all’ingresso del parco alle ore 10 e per tre ore hanno cercato, raccolto e accatastato rifiuti. Effettuata la pausa pranzo al sacco “plastic free” senza utilizzare piatti e posate di plastica, hanno poi ripreso la loro opera alle ore 16 e proseguendo sino alle ore 18 con la ‘caccia al rifiuto abbandonato’.

Un lavoro di squadra che ha consentito a tutti di poter godere del parco più pulito con una lezione per tutti: per i partecipanti che hanno capito quanto l’unione faccia la forza e l’importanza del volontariato e per quanti hanno assistito all’infaticabile lavoro con risultati evidenti agli occhi di tutti e, non da meno, aver compreso che il territorio pubblico è un bene comune di cui ogni singolo cittadino deve prendersi cura a cominciare dall’evitare di gettare in terra e ovunque mozziconi di sigaretta, chewing gum, carte, bottiglie e qualunque rifiuto.

Lo stesso sindaco Tommaso Lecce, anche lui in tenuta da volontario con la pettorina rossa di Italia Nostra, ha voluto ringraziare tutti i partecipanti che “si sono dati da fare, divertendosi, grazie anche ai loro insegnanti e ai loro genitori: queste iniziative valgono più di mille bei discorsi - ha dichiarato - Sta crescendo una nuova coscienza ecologica, soprattutto grazie ai giovani e ai bambini. I parchi, il verde pubblico, i nostri boschi sono quanto abbiamo di più prezioso, perché è sempre più raro, nell’era di un consumo forsennato del suolo, avere a disposizione luoghi aperti, fioriti e alberati dove poter passeggiare, respirare a pieni polmoni, incontrarsi e giocare, fare sport. Di quanto sia prezioso tutto questo dobbiamo essere consapevoli, per non soffocare l’ambiente con plastica e rifiuti di ogni tipo”.