Tutto salentino il podio del 26° Rally Città di Casarano

  • In LECCE
  • mar 16 Aprile 2019
Tutto salentino il podio del 26° Rally Città di Casarano
L'equipaggio vincitore (doto di Leonardo D’Angelo concessa alle testate giornalistiche, dagli organizzatori, per la pubblicazione gratuita)

Tre equipaggi pugliesi ai primi tre posti sui 67 in gara

UGENTO - I salentini Francesco Rizzello e Fernando Sorano a bordo di una Skoda Fabia R5 della RB Motorsport hanno dominato la ventiseiesima edizione del Rally Città di Casarano, manifestazione organizzata dalla Scuderia Casarano Rally Team in collaborazione con la Scuderia Piloti Salentini e l’Automobile Club Lecce e valida quale prova d’apertura della Coppa Rally AciSport di Settima Zona.

I due piloti hanno tenuto la gara sotto controllo fin dall’inizio, con una condotta di gara veloce ed estremamente precisa che li ha portati a vincere 6 delle 8 prove speciali, riuscendo a dominare su tutti gli altri agguerriti avversari. Una gara difficile per i 67 equipaggi, diversi i ritiri e gli ‘intoppi’ tanto che solo in 41 hanno portato a termine la competizione. Rizzello e Sorano hanno invece tagliato il traguardo arrivando sul palco in piazza San Domenico da vincitori. Per Rizzello si tratta del dodicesimo successo in carriera, il settimo insieme con Sorano a Casarano dopo quelli colti dal 2011 al 2015 e nel 2017. Ma se tutto è apparso lineare e quasi scontato sin dalle prime battute per il primo posto altrettanto non si può dire per le restanti posizioni della top ten che ha visto un susseguirsi continuo di colpi di scena con alcuni protagonisti costretti ad alzare bandiera bianca.

In seconda posizione il duo composto da Marco Timo e Salvatore Invidia anche loro su Skoda Fabia R5, che dopo un positivo avvio, che li ha visti per metà gara vestire i panni dei primi inseguitori del capoclassifica, sul secondo giro di prove problemi alle gomme hanno fatto perdere loro una posizione che hanno poi riconquistato definitivamente sulla penultima prova.

A completare un podio tutto salentino e tutto di marca Skoda, Fernando Primiceri e Cristian Quarta che hanno tribolato nelle prime battute di gara anche per via di un leggero e innocuo malessere fisico del pilota, ma che poi sono riusciti a risalire fino al terzo posto. Un risultato anche questo concretizzatosi sul terzo passaggio di Torre Vado dove la coppia casaranese-monteronese ha fatto segnare il miglior tempo. Hanno lottato a lungo per le posizioni che contano anche Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi che vittime della sfortuna, hanno concluso al quarto posto assoluto dopo aver occupato anche la seconda piazza. Sulla loro gara che li ha visti anche vincitori del secondo passaggio su Torre Vado, pesa però un errata scelta di gomme nelle fasi iniziali e una foratura sulla penultima ps che di fatto ne hanno determinato il risultato.

Bella la gara di cui si sono resi autori Guglielmo De Nuzzo e Maurizio Iacobelli che chiudendo quinti e primi tra le Gruppo A, hanno tratto il meglio dalla Peugeot 207 S2000. Prova ne sono i due terzi posti assoluti fatti segnare negli ultimi due transiti su Torre Vado, con il giovane pilota casaranese che, per il secondo anno consecutivo, si è imposto nella speciale classifica riservata agli Under 25. Nonostante una foratura nel finale Francesco Laganà e Ilaria Rapisarda su Skoda Fabia R5 hanno chiuso al sesto posto. Bravi interpreti della corsa si sono rivelati anche Mauro Longo e Benedetto Parisi, settimi, che con la piccola ma pepata Peugeot 106 K10 si sono resi autori di una prova da incorniciare che li ha visti siglare il quinto miglior tempo assoluto sulla ps7 e finire sempre tra i primi undici assoluti fatta eccezione per la prova d’apertura. Ottava posizione per Antonio Forte e GianMarco Ventruto che partiti sapendo di doversi approcciare con cautela alla Peugeot 207 S2000 sulla quale salivano per la prima volta, si sono via via sciolti facendo registrare ottimi tempi soprattutto nel finale. Completano la top ten nell’ordine le due Renault Clio in versione Rs di Emiliano Martina e Danilo Memmi che di sono aggiudicati il Gruppo N e in versione Williams di Federico Petracca e Marco Orlando che invece oltre a vincere tra le ProdE7, si sono presi una bella rivincita contro la dea bendata che in cinque precedenti partecipazioni non gli aveva mai permesso di tagliare il traguardo nella loro gara di casa.

Prossimo appuntamento con la Coppa Rally AciSport di Settima Zona il 4 e 5 maggio a Pofi in provincia di Frosinone con la disputa del 7° Rally Terra d’Argil.


Articoli più letti