Torna il concertone dell’Uno Maggio con l’anteprima Uno Maggio Jazz

Torna il concertone dell’Uno Maggio con l’anteprima Uno Maggio Jazz

Entrambi saranno gratuiti, ma il primo appuntamento vedrà una raccolta di fondi per il secondo

TARANTO - L’“Uno Maggio Taranto” torna al Parco Archeologico delle Mura greche con tante novità e diverse conferme. Si inizia con otto giorni d’anticipo per contribuire al finanziamento dell’evento che, seppure gratuito per il pubblico grazie all’esibizione volontaria di tanti artisti, prevede una serie di spese. Per questo il 1° maggio sarà preceduto dall’“Uno maggio Jazz” un concerto serale al Teatro Orfeo, a Taranto, in programma dalle ore 20.30 del 23 aprile 2019.

Per accedere non servirà un biglietto. Il pubblico dovrà però indossare la maglietta (da procurare all’ingresso della serata) che servirà a sponsorizzare il concertone che, anche in questa sesta edizione vede la direzione artistica affidata ai tre noti tarantini: Michele Riondino, Roy Paci e Diodato, mentre organizzatore è il Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti. La manifestazione interamente autofinanziata, creata dal comitato costituito da un gruppo di operai e cittadini formatosi a seguito del sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva nel 2012, vedrà la partecipazione di numerosi artisti a partire dalle ore 14. Ci saranno, tra gli altri, Max Gazzè, Elio, Malika Ayane, Colle der fomento, CorVeleno, Andrea Laszlo De Simone, The Winstons, Dimartino, Epo, Mama Marjas, Tre Allegri Ragazzi Morti, Istituto Italiano di Cumbia, Terraross, Bugo, Sick Tamburo, Bobo Rondelli, Maria Antonietta e The Bluebeaters. Gran ritorno di Vinicio Capossela accompagnato da una special band capeggiata da Roy Paci, Daniele Sepe e Alessandro “Asso” Stefana oltre alla straordinaria partecipazione degli “Oesais”, alias Toti & Tata (Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo) che saliranno sul palco dell'unomaggiotaranto per un'irresistibile parodia dei grandi successi degli Oasis, rigorosamente in dialetto, non solo barese.

Non mancheranno, anche quest’anno, ospiti provenienti dalla società civile, per cui ci sarà il collegamento con Ilaria Cucchi, mentre sul palco arriverà lo scrittore e vignettista Mauro Biani. A condurre l'intero evento saranno Valentina Petrini, Valentina Correani e Andrea Rivera.

I movimenti in lotta per la difesa del territorio di tutta Italia costituiscono ormai una solida rete e saranno insieme a Taranto, ancora una volta il giorno dell’Uno Maggio Libero e Pensante, per riaffermare insieme i diritti dei popoli e la determinazione comune a difenderli. In una rete di reciproca comprensione e solidarietà internazionale, parteciperanno alla giornata studiosi, rappresentanti di comunità indigene, attivisti dal Sud America al Nord Europa, in lotta per realizzare un nuovo possibile progetto di convivenza in contrapposizione alle attuali politiche energetiche ed economiche. Taranto, dal 1012, è un terreno di ‘lotta’ per chiedere la chiusura delle fonti inquinanti che hanno messo in ginocchio la città. La Corte europea dei diritti umani ha confermato la gravità della situazione di Taranto stabilendo che l’Italia ha violato i diritti umani, mettendo in pericolo la loro salute a causa delle emissioni inquinanti dell’Ilva e i rimedi messi in campo dal governo sono stati inefficaci. Secondo i giudici europei, che hanno deciso all’unanimità, le autorità italiane hanno violato gli articoli 8 e 13 della Convenzione europea sui diritti umani.

#unomaggioliberoepensante è reso possibile dal contributo volontario di cittadine e cittadini di tutta Italia e da sponsor privati che hanno scelto di sostenere la lotta per restituire a Taranto un futuro. Come ogni anno, a dare il suo contributo per sostenere le spese Siae sarà la società cooperativa Artisti 7607, che tutela il lavoro degli attori e svolge attività di collecting nella negoziazione, raccolta e distribuzione dei diritti connessi al diritto d’autore, restituendo a ogni interprete italiano la facoltà di scegliere una gestione diretta e trasparente dei diritti connessi.

La serata del 23 aprile, invece, vedrà sul palco del Teatro Orfeo: Salvatore Russo Gypsy Jazz Trio, Stanic Boulevard, T-Riot e Napo’s Friends. In particolare i musicisti tarantini Francesco Lomagistro, Salvatore Russo, Mirko Maria Matera e Alessandro Napolitano, con i loro progetti, faranno da tappeto e da collante in una serata evento che vedrà salire sul palco tanti altri musicisti ed amici.

Grazie al contributo gratuito di tutti gli artisti “UnoMaggioJazz” sarà una serata in cui sarà possibile contribuire al finanziamento del concertone del 1° maggio al Parco Archeologico. Con Salvatore Russo, chitarrista con oltre trenta anni di carriera professionale ed artistica sempre ai massimi livelli, tanto da collaborare con cantautori quali Celentano, Venditti e Vanoni, suonerà con la Gypsy Jazz, che prende il nome dal genera musicale, noto anche come jazz Manouche, fondato dal grandissimo e leggendario chitarrista zingaro Django Reinhardt considerato il padre musicale della chitarra solista. Il gruppo è formato da Salvatore Russo (chitarra solista), Franco Speciale (chitarra ritmica) e Camillo Pace (contrabbasso).

Ci saranno pure la band pugliese T-Riot di caratura internazionale formato da Francesco Lomagistro (batteria), Camillo Pace (contrabbasso) e Pietro Vincenti (pianoforte), il complesso barese “Stanic Boulevard”, il cui nome unisce in maniera immaginaria due luoghi assai distanti, un non-luogo da cui è possibile solo rinascere, il quartiere operaio di Bari, Stanic, sorto negli anni 50’, e il viale cittadino largo e alberato tipico di Parigi. Mirko Maria Matera (piano, electronics, synth, vocoder), Fabio Pignataro (acoustic & electric guitars), Viz Maurogiovanni (bass) e Pierluigi Villani (drums, percussion) danno vita alla loro personalissima visione musicale, giocata sui contrasti accesi e sulle contrapposizioni tra poliritmie, cambi metrici, interplay, dove suoni acustici ed elettronica si incontrano, e la chitarra elettrica e il pianoforte dialogano.

Mentre il batterista Alessandro Napolitano, professionista da oltre 20 anni, sarà in concerto con la Napo's Friends costituita da: Enzo Lanzo (batteria), Marcello Nisi (batteria), Franco Mariella (acustic bass), Franco Esposito (electronic bass), Edy Olivieri (piano), Antonio Nisi (piano), Antonello Parisi (piano) e Roberto Spagnolo (sax tenore).