Nel Parco del litorale la Marathon del Salento di mountain bike

  • In LECCE
  • ven 05 Aprile 2019
Nel Parco del litorale la Marathon del Salento di mountain bike

Mille biker pronti a sfidarsi per 72 km ma anche per appoggiare l’associazione per la lotta al neuroblastoma

UGENTO - Sport, natura e solidarietà il tris vincente che caratterizzerà l’VIII edizione della Marathon del Salento in programma nel Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento su un percorso di 72 km nei comuni di Ugento, Salve e Presicce. Organizzata per il 7 aprile 2019, dall’associazione sportiva Mtb Casarano per tutti gli appassionati di mountain bike, la manifestazione è legata anche alla beneficenza e alla solidarietà avendo, gli organizzatori, accolto la proposta dell’amatore ciclista calabrese Rocco Mammoliti di sostenere l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma onlus. Per l’occasione sarà infatti presente uno stand, nel punto di arrivo e partenza della gara, con le uova del “Bambino con l’imbuto”, simbolo dell’associazione che da 25 anni cerca di fermare il neuroblastoma donando fondi alla ricerca. Si tratta di una malattia terribile, prima causa di morte in età prescolare dopo le leucemie.

La gara di mountain bike, Marathon del Salento fa parte del circuito “Trofeo dei Parchi Naturali” e di quello nazionale, prestigio di Mtb Magazine. Oltre mille biker da tutta Italia si danno appuntamento al Kartodromo Internazionale Pista Salentina di Torre San Giovanni Ugento, già domani 6 aprile, dalle ore 15 alle 19, per il ritiro dei pettorali e del pacco gara, alla presenza di espositori di prodotti tecnici, del territorio e varie attività di animazione per grandi e piccoli; per poi ritrovarsi sui nastri di partenza domenica 7 aprile alle ore 9.30.


>


Il percorso suggestivo, nello splendido Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento, attraversa la campagna, tra ulivi e macchia mediterranea, affacciandosi sul meraviglioso mare del Salento, sarà percorso in circa 5 ore e si concluderà con un goloso pasta party e le premiazioni dei primi arrivati. La gara in mountain bike di tipo cross-country dà la possibilità della scelta del percorso tra marathon/lungo (72 km, dislivello 900 metri, pendenza max 10%) e percorso granfondo/medio ed escursionistico (43 km, dislivello 500 metri, pendenza max 10%) con la possibilità di avere un punteggio nella rispettiva classifica finale. Dopo la partenza dalla Pista Salentina molto veloce, si arriva a una salita di media difficoltà e poi il percorso prosegue molto scorrevole e a tratti veloce.

Nella seconda metà si trova il single track tecnico della Masseria Tonda, per poi collegarsi alle Cave e infine arrivare nell’affascinante zona denominata Fani. Negli ultimi 20 km c’è quasi tutto il dislivello dichiarato tra cui la Salita Bianca e la Salita di Rottacapozza, prima di tornare alla Pista Salentina.

Alla gara parteciperà Rocco Mammoliti di Rosarno (Reggio Calabria), papà di Giuseppe, un bimbo di quasi 4 anni scomparso nel 2015 a causa del Neuroblastoma, un tumore maligno, subdolo e aggressivo, che spesso non viene riconosciuto dai primi sintomi e quando si giunge alla diagnosi, si presenta in fase già avanzata. All’arrivo tutti i biker e spettatori troveranno Rosetta, moglie di Rocco, con gli amici salentini Anna e Raffaele, saranno allo stand associativo con le speciali uova di Pasqua per una raccolta fondi da donare all’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma, che dal 1993 ha donato oltre 21 milioni di euro alla ricerca scientifica e sostiene 13 ricercatori impegnati in progetti innovativi, come l’immunoterapia genetica nei principali centri di ricerca d’eccellenza italiani. Scegliere le uova del “Bambino con l’imbuto”, significa sostenere la ricerca di valore e come rivela l’organizzatore Luca Orsini “Siamo entusiasti di accogliere i volontari e di poter contribuire a sostenere la ricerca. La nostra associazione Mtb Casarano si basa sull’aiuto reciproco, sulla collaborazione e sul supporto a temi importanti, come la salvaguardia dell’ambiente e della salute. Invitiamo tutti a trascorrere una giornata in un clima di convivialità, all’insegna dello sport e del divertimento, ma anche a dare una mano alla ricerca contro il Neuroblastoma”.

L’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma onlus è un ente senza scopo di lucro nato presso l’Istituto “Gaslini” di Genova per volontà di genitori e oncologi con l’obiettivo di sostenere la ricerca scientifica sul Neuroblastoma e, in seguito, sui Tumori Solidi Pediatrici. Oggi conta circa 120.00 sostenitori ed è attiva su tutto il territorio nazionale. Per aiutarli basterà assistere alla gara Marathon del Salento ed acquistare un uovo di cioccolato.