Prima della Settimana Santa serie di iniziative e mostre per i riti

Prima della Settimana Santa serie di iniziative e mostre per i riti

Arte, fotografia, cucina, tradizioni, musica, cinema e incontri per far conoscere le tradizioni

FRANCAVILLA FONTANA - Rinnovare nella tradizione, questo lo spirito che anima il cartellone di iniziative collaterali e precedenti la Settimana Santa 2019 pensati dall’Amministrazione comunale di Francavilla Fontana. Ma insieme con il rinnovamento, attraverso una serie di iniziative, le tradizioni pasquali francavillesi arrivano anche a Matera e a Roma. I riti francavillesi costituiscono un patrimonio immateriale in cui fede, cultura e tradizioni popolari si fondono in un lungo cammino di Passione capace di coinvolgere l’intera comunità della Città degli Imperiali. Al fine di rafforzare la comunicazione e di divulgare la conoscenza dei riti francavillesi, a vent’anni esatti dall’uscita del primo opuscolo edito dal Comune sulla Settimana Santa, si è deciso di istituire una locandina che nello stesso sia logo e simbolo in cui si sintetizzano le unicità e le particolarità dei riti francavillesi.

La Settimana Santa, vissuta come esperienza in immagini, sarà raccontata in due mostre fotografiche lontane dai confini cittadini e regionali. La prima, in programma dal 9 aprile al 5 maggio 2019, sarà allestita nell’ex Ospedaletto San Rocco nel pieno centro di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019. Nel cuore pulsante della cultura europea, sabato 13 aprile 2019, i Pappamusci ed i Crociferi saranno protagonisti di un pellegrinaggio nei luoghi sacri materani. La seconda mostra sarà accolta a Roma al Senato della Repubblica da mercoledì 17 aprile. Il taglio del nastro sarà effettuato dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che ha accolto con molto interesse i riti di Francavilla Fontana.


>


Ricchissimo il calendario di appuntamenti che ha avuto il suo prologo con il concerto dei Maltesi – Omaggio a Fabrizio De Andrè, andato in scena al Teatro Italia lo scorso 13 marzo, e che ha proposto un viaggio musicale tra cultura e tradizione, seguito da quello del 22 marzo nella Sala Mogavero di Castello Imperiali con Shanah Tovah con suoni della tradizione musicale ebraica nel concerto di Purim.

Per la musica ci sono ancora 5 appuntamenti in programma: il 9 aprile alle 19.30 nella Chiesa del Carmine “Concerto alla madre” a cura della Corale Francavillese diretta dal maestro Cosimo Romano; il 13 aprile nella Basilica Minore Maria Santissima del Rosario concerto per Coro e Orchestra diretto dal maestro Bepi Speranza a cura dell’Associazione Musiche Composte; il 14 aprile nella Chiesa di Santa Chiara “Concerto per la Settimana Santa” della Banda Giuseppe Verdi; il 17 aprile nella Chiesa dei Padri Liguorini concerto della passione “Storie, leggende, preghiere” a cura di Jazzabanna con la direzione artistica di Piero Balsamo; e il Giovedì Santo,18 aprile, per le vie cittadine, seguendo il pellegrinaggio dei Pappamusci, “Note di Passione” a cura della Banda Musicale Giuseppe Verdi diretta dal maestro Andrea Di Castri.

Spazio anche al cinema con una mini rassegna composta da tre film che saranno proiettati a Castello Imperiali con inizio alle 18.30. Dopo “The Passion” di Mel Gibson (25 marzo), “La Terra” di Sergio Rubini (27 marzo), “Il Vangelo Secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini (2 aprile), al Castello sarà proiettato e presentato, il 12 aprile, il cortometraggio “Apolide” di Alessandro Zizzo.

Nel cartellone previsto anche un convegni di approfondimento, oggi 4 aprile l’appuntamento è, sempre al Castello, alle ore 19 per “Vivere il paese guardando il cielo” a cura della Confraternita del Carmine; e una visita guidata tra le chiese alla scoperta delle statue della processione del Venerdì Santo con il progetto “Filia Solis, Terra di… culto e tradizioni” previsto dalle ore 17.30 del 6 aprile. Al termine della visita guidata, nella Chiesa dei Padri Liguorini, si terrà il concerto dell’orchestra Lams di Matera diretta dal maestro Giovanni Pompeo.

Nel solco della tradizione, ci sarà uno spazio dedicato ad un importante prodotto della terra, la mandorla, che sarà raccontata nella letteratura, nell'arte e nella filosofia dai docenti Francesco Capobianco, Carmela Stasi e Guglielmo Cozzolino, nell’evento “La principessa Mandorla” fissato il 5 aprile alle ore 19 nella Sala Mogavero. Immancabile il contributo degli artisti locali con la mostra di pittura e fotografia “Rami d'ulivo per un mare di pace” dal 12 aprile nella chiesa di Sant'Angelo. Sempre dal 12 aprile sarà allestita nel Teatro Imperiali la mostra “Arte Sacra”. Dal 13 aprile nella chiesa di San Salvatore aprirà al pubblico la mostra di Oronzo Lupo e Cosimo Leo dal titolo “Ars Sacra”. Completa l’offerta artistica, dal 14 aprile su via Roma, la mostra fotografica realizzata dalla Confraternita del Carmine.

Il 16 aprile alle ore 17, al Castello Imperiali, si terrà il laboratorio “Lu piattu mia” a cura dell’associazione “Le radici e le ali”, a cui seguirà alle 19 incursione dantesca nella Chiesa di San Sebastiano con “Dante nella città” ad opera di studenti e docenti del liceo scientifico. Il 17 aprile appuntamento alle ore 17 in piazza Giovanni XXIII dove, in collaborazione con gli istituti comprensivi, ci sarà il raduno “Ccè ti piaci lu piattu mia?” che vedrà protagonisti i bambini che nel corso del Mercoledì Santo portano in giro per la città i loro piatti. Chiude il ricco cartellone di iniziative collaterali il concorso di fotografia “Settimana Santa: fede, tradizione e cultura” rivolto alle studentesse e agli studenti frequentanti gli Istituti Superiori della città.

Tutte le iniziative godono del patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Brindisi, del Comune di Matera, di Matera2019, di Puglia Promozione e, per quanto concerne la mostra di Palazzo Madama, del Senato della Repubblica.