L’azienda farmaceutica pronta a nuova produzione e assunzioni

  • In BARI
  • lun 25 Marzo 2019
L’azienda farmaceutica pronta a nuova produzione e assunzioni

Sarà attivata una nuova produzione per la fertilità, la neurologia e l’endocrinologia

MODUGNO - L’azienda barese dove si preparano e producono farmaci per curare il cancro, la sclerosi multipla, i disturbi della crescita e della tiroide, ma anche per l’infertilità, prevede di assumere presto 20 professionisti a fronte anche di 6 milioni di euro che la Giunta della Regione Puglia ha deciso di stanziare, a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione, lo stanziamento nell'ambito del Contratto di Programma per la realizzazione del progetto "New Cartridge Line".

La Merck Serono, con sede del centro di produzione a Modugno, il gruppo chimico e farmaceutico multinazionale che opera anche in Italia e che occupa, nel nostro Paese, 759 dipendenti suddivisi tra Roma, Guidonia e la stessa Modugno, da tempo ha proposto il progetto “New Cartridge Line” per l’ampliamento dello stabilimento produttivo barese, con l'attivazione di una nuova linea di produzione. Gli investimenti previsti riguardano attività di Ricerca e Sviluppo Sperimentale, finalizzate all'innovazione tecnologica nei processi di produzione attualmente impiegati nel medesimo stabilimento, per la cura di malattie in ambito di fertilità, neurologia ed endocrinologia.


>


L’incremento occupazionale atteso a regime, già previsto in 10 unità lavorative, è stato aumentato a 20 unità lavorative, a seguito di impegni aggiuntivi assunti dall’impresa. Una notizia giunta a seguito della visita dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino, nella sede nella zona industriale di Modugno. La visita istituzionale è stata effettuata su invito del dirigente, dott. Marcorosario Cusmano, dopo l’approvazione del progetto definitivo del Contratto di Programma presentato da Merck Serono. Si è trattato di un incontro conoscitivo e per avere cognizione diretta dei programmi di crescita dell’impresa. I farmaci specialistici prodotti dall’azienda servono a curare diverse patologie con un approccio teso a facilitare l’autonomia e la vita del paziente. Per la cura dell’infertilità l'obiettivo è quello di aumentare ulteriormente le possibilità di successo della fecondazione in vitro (Ivf).

“Non nascondo la mia soddisfazione per questa bella realtà pugliese che si consolida, accentua la sostenibilità ambientale e promuove nuova occupazione. Una vera e propria eccellenza nel campo farmaceutico italiano e mondiale – ha dichiarato l’assessore Borraccino – La Merck Serono fattura annualmente circa il 30% dell'export dell'intera Puglia, e il 5% del fatturato per l'export nel settore farmaceutico italiano. Martedì prossimo sarà a Bari, in Assessorato allo Sviluppo economico, l'amministratore delegato dalla Germania per firmare il disciplinare e successivamente l’azienda presenterà nelle prossime settimane un nuovo contratto di programma per un'ulteriore ampliamento dell'azienda che creerà nuova occupazione, che andrà ad aggiungersi ai 360 lavoratori attualmente impiegati nello stabilimento barese”.