Nuovo primario alla Casa Sollievo, è esperta di chirurgia robotica

Nuovo primario alla Casa Sollievo, è esperta di chirurgia robotica

La sanità pugliese, con l’arrivo della dottoressa Bazzocchi, si arricchisce di una eccellenza chirurgica

SAN GIOVANNI ROTONDO - L’Irccs Casa Sollievo della Sofferenza ha un nuovo primario della Chirurgia Addominale, si tratta della dottoressa Francesca Bazzocchi. Esperta di chirurgia robotica e laparoscopica in patologie neoplastiche e infiammatorie a carico dell’apparato digerente, fegato, vie biliari, pancreas e di tipo endocrinologico, per venti anni ha lavorato nell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Forlì.

Con questa grande professionista, pioniere nel campo della chirurgia robotica, la sanità pugliese si arricchisce di un’altra importante eccellenza in campo medico e chirurgico.

E’ qui, nell’ospedale in Emilia Romagna, che si è occupata soprattutto di chirurgia oncologica dell’apparato digerente, malattie infiammatorie intestinali, della parete addominale e della milza, di chirurgia laparoscopica avanzata e robotica e soprattutto ha potuto allargare i suoi orizzonti professionali e specializzarsi in varie tecniche avanzate.

La dottoressa Bazzocchi, inoltre, è è docente di chirurgia laparoscopica mini invasiva dal 2007, e dal 2009 di chirurgia robotica, alla Scuola Speciale di Chirurgia Robotica all’Acoi “Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani”. Esperienze e professionalità che, dal 2010 al 2018, le sono valse l’incarico di alta professionalità in chirurgia mini-invasiva e robotica dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna. Dal 2007 in poi ha eseguito più di 250 diverse procedure con il sistema robotico chirurgico. E’ stata tra le prime esperte a poter utilizzare il primo robot chirurgico “Leonardo da Vinci” donato dalla Fondazione Cassa Risparmi di Forlì nell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” nel 2007 a cui si è poi aggiunto il secondo modello più avanzato del 2012 che ha consentito di migliorare le tecniche operatorie con risultati di qualità di vita e ripresa post operatoria migliore per i pazienti oltre che di allargare l’utilizzo a più patologie e più organi.

In Casa Sollievo, la dottoressa Bazzocchi, implementerà la chirurgia robotica e laparoscopica sulle patologie di origine neoplastica e infiammatoria a carico dell’apparato digerente, fegato, vie biliari, pancreas e di tipo endocrinologico.

La dottoressa Bazzocchi, considerata tra i pionieri della chirurgia robotica, si è laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Bologna nel 1992, nel 1997 nella stessa università si è specializzata in chirurgia d’Urgenza e di Pronto soccorso, ha quindi seguito decine e decine di corsi di perfezionamento sulla chirurgia laparoscopica e robotica che oggi le consentono di essere tra le migliori professionisti nel campo dell’apparato digerente, epatica ed endocrinologico, e partecipato a congressi nazionali e internazionali dove è stata anche relatrice e pubblicato oltre una ventina di relazioni. Nel 2015 ha anche ricevuto un premio a Chicago per miglior abstract durante il 7° “Worldwide Congress of the Crsa (Clinical Robotic Surgery Association) dove è giunta seconda.