Nove giorni di lezioni per diventare assaggiatori d'olio

Nove giorni di lezioni per diventare assaggiatori d'olio

Corso di formazione organizzato da Apol, Italia Olivicola e Agea

CASTELLANETA - Dall'11 al 19 marzo 2019, a Castellaneta, si terrà il nuovo corso di formazione di assaggiatori di oli d'oliva vergini. Ad organizzare le lezioni sono, grazie ad una collaborazione in rete, la società cooperativa "Apol" (Associazione tra produttori olivicoli) costituita da oltre 18.500 produttori delle province di Brindisi, Lecce e Taranto, il consorzio "Italia Olivicola" (nato dalla fusione tra Cno e Unasco) e "Agea" (l'Agenzia per le erogazioni in agricoltura).

Il corso si articolerà in nove giornate con lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche che si terranno nella sede di “Form&Job”, in via Fontanelle a Castellaneta. L’iniziativa è finanziata dall’Unione Europea, nell’ambito dei programmi di sostegno dei settori dell’olio d’oliva e delle olive da tavola, con la misura 4.f dedicata alla formazione di assaggiatori per l’analisi sensoriale dell’olio d’oliva vergine e delle olive da tavola.


>


L’inaugurazione del corso è in programma l’11 marzo, alle ore 15, nella sede di Form&Job dove a dare il via all’intensa giornata ci sarà Benedetto Accogli, presidente provinciale di Cia-Agricoltori Italiani Salento e amministratore unico di Apol. I partecipanti al corso, durante la prima giornata, impareranno qual è la classificazione merceologica degli oli di oliva ai sensi della normativa vigente; si immergeranno nel vocabolario specifico del settore, conoscendo gli attributi positivi e quelli negativi previsti dallo stesso. Ai corsisti, inoltre, sarà illustrato il metodo ufficiale di analisi sensoriale. Alla prima giornata saranno presenti Pietro De Padova e Vito Rubino, rispettivamente presidente e direttore provinciale Cia-Area Due Mari.

Nelle giornate a seguire, le lezioni si terranno sempre dalle ore 15 alle ore 20. Il corso affronterà temi e pratiche per l’analisi sensoriale: la psicofisiologia dell’olfatto e del gusto; la tecnica dell’assaggio; le caratteristiche sensoriali dell’olio d’oliva. I corsisti entreranno nel mondo degli aromi di questo straordinario prodotto, ne comprenderanno la composizione chimica, le note sensoriali, apprendendo i parametri agronomici e tecnologici che influenzano l’aroma. Naturalmente, sarà analizzato il sistema Haccp nelle aziende del settore oleario e sono previste prove teoriche e pratiche di verifica della qualità dell’apprendimento di ciascun aspirante assaggiatore.

L’obiettivo del corso è quello di formare assaggiatrici e assaggiatori capaci di valutare e di promuovere le qualità degli oli d’oliva vergini, con particolare riferimento a quelli prodotti in Puglia. La formazione, in questo settore, è di grande importanza anche per la valorizzazione di una “carta degli oli” che qualifichi e distingua le produzioni di eccellenza, il loro legame col territorio, la storia e l’evoluzione “scritta” negli aromi e nei sapori espressi dal nostro olio d’oliva, elemento principe della dieta mediterranea riconosciuto come un vero e proprio farmaco naturale dagli scienziati di tutto il mondo.