Gli ulivi millenari di Puglia protagonisti del premio a loro dedicato

Gli ulivi millenari di Puglia protagonisti del premio a loro dedicato
OSTUNI L'ulivo millenario vincitore della prima edizione del "Premio Giganti di Puglia"

Organizzato da “Millenari di Puglia”, il “Premio Giganti di Puglia” è alla terza edizione

OSTUNI - I “Millenari di Puglia” o giganti naturali del paesaggio pugliese sempre più ammirati e attraenti perché belli, ricchi di storia, legati alla tradizione agricola e popolare nonchè patrimonio pugliese, ma allo stesso tempo sempre più indifesi e ‘sferzati’ dalla Xylella, tornano ad essere protagonisti indiscussi del “Premio Giganti di Puglia” che quest’anno giunge alla terza edizione grazie alla felice intuizione della guida naturalistica, fotografo di ulivi e fondatore del progetto “Millenari di Puglia”, Enzo Suma.

Il premio consente di valorizzare un ulivo millenario diverso, che si distingue dagli altri sia per dimensioni e forma che per stato di conservazione, produttività e valore culturale. Il riconoscimento, quale miglior ulivo monumentale dell’anno, verrà consegnato al proprietario dell’albero in quanto custode di un patrimonio della comunità.

I “Millenari di Puglia” sono una realtà impegnata da sei anni nella valorizzazione del territorio sia con il censimento e la divulgazione degli esemplari più incredibili di ulivi monumentali sia attraverso l’organizzazione di escursioni in natura per diffondere la conoscenza e la bellezza dei luoghi più incontaminati. L’obiettivo del concorso è quello di ricordare a tutti che negli ulivi pugliesi abbiamo una ricchezza materiale e culturale straordinaria e che abbiamo il dovere di tutelare e valorizzare con la fondamentale collaborazione dei proprietari, i quali hanno oggi il ruolo di custodire e conservare nel migliore dei modi un patrimonio di enorme valore. Per questo è nata l’idea di un premio annuale che rappresenti non solo un riconoscimento alla bellezza degli ulivi, ma soprattutto un messaggio importante agli stessi proprietari e custodi, affinché si prendano cura di un patrimonio che indubbiamente è di una comunità intera.

Tutti potranno partecipare a patto di avere l’autorizzazione da parte del proprietario dell’ulivo candidato al quale poi andrà il premio. La scadenza per la consegna delle proposte per questa terza edizione è fissata al 1° maggio 2019 e ciascuna candidatura sarà valutata sulla base dell’insieme di alcuni criteri quali la dimensione, l’età stimata, la produzione stimata, lo stato di conservazione e il suo valore estetico, storico e culturale. Nella prima edizione ad essere premiato fu l’ulivo denominato “Il Barone”, situato in agro di Manduria, un vero e proprio gigante (immortalato nella foto pubblicata accanto). Nella seconda edizione il premio è andato al proprietario dell’ulivo denominato “l’Imperatore”, un altro meraviglioso ulivo monumentale dalle forme scultoree e uniche situato nel cuore della piana degli ulivi ad Ostuni.

Il premio, simbolico, è costituito da una riproduzione in miniatura realizzato con materiali naturali e fedele dell’ulivo vincitore e verrà consegnato al vincitore durante un incontro pubblico sul campo. Sarà un’occasione per sottolineare l’importanza del lavoro di conservazione e tutela dei singoli proprietari nel preservare questo patrimonio vivo della cultura pugliese. La giuria sarà composta dallo stesso Enzo Suma, dalla pirografa dell’ulivo Silvana Bissoli e dal forestale e guida escursionistica Guido Palma.

Per poter partecipare al concorso occorrerà compilare il modulo e inviarlo entro il 1° maggio 2019 via mail a info@millenaridipuglia.com. Il regolamento completo e il modulo di candidatura è presente sul portale internet del premio "Giganti di Puglia" e sulla pagina web dei “Millenari di Puglia”.