Il rugby femminile fa spettacolo e entusiasma i tifosi salentini

  • In LECCE
  • lun 11 Febbraio 2019
Il rugby femminile fa spettacolo e entusiasma i tifosi salentini

Tanto tifo nella spettacolare partita delle nazionali Italia e Galles disputata nello stadio Via del Mare

LECCE - La nazionale femminile di rugby porta via da Lecce due preziosi punti che consentono alle azzurre il secondo posto nella classifica generale della Coppa Sei Nazioni 2019 giunta alla seconda tappa. La partita contro il Galles, la seconda del campionato, giocata il 9 febbraio nello stadio Via del Mare a Lecce si è conclusa con un pareggio, 3-3.

Questa seconda partita è stata sicuramente più dura rispetto alla prima conclusasi con la vittoria dell’Italia contro la Scozia, così come da previsione anche dell’allenatore Andrea Di Giandomenico che sapeva che contro il Galles sarebbe stata “una partita complicata” poiché è più forte per i trequarti, nella mischia e nel reparto degli avanti.

Comunque sia la serata sportiva è stata davvero spettacolare visto che in Puglia è insolito assistere ad un evento del genere anche se il secondo, dopo quella a Bari della nazionale maschile (tra l’altro stravinta). Per di più con la squadra femminile, da sempre meno seguita poiché il rugby è ritenuto sport maschile. Quanto però sia falsa e azzardata questa convinzione se ne è reso conto chi ha assistito allo stadio alla partita delle azzurre. L’evento unico ha consentito a tanti salentini, sportivi e curiosi, di ammirare per la prima volta il rugby ad alti livelli e per di più nella prima partita ‘casalinga’ del torneo 2019. Lo spettacolo non è mancato soprattutto perché le azzurre sono partite in svantaggio avendo il Galles segnato per prima con un calcio piazzato seguito poi da quello italiano. Nessuna meta, ma vedere comunque le azzurre giocare con tanta forza per segnare il punto è stato comunque entusiasmante.

E molto si coglie dalle immagini pubblicate a corredo di questo articolo e realizzate da V&G Shoots & Sports e da Fg Sport Photgrapher che hanno immortalato alcune delle più belle azioni dell’evento.

A vincere, in queste occasioni e soprattutto in specialità come queste non seguitissime in Italia, è comunque e sempre lo sport in cui il tifo non è mancato grazie alla presenza del pubblico concentrato nella tribuna centrale, in numero ridotto anche perché c’era chi ha preferito restare fuori dallo stadio e partecipare all’evento maschile, giocato in contemporanea a Roma, guardando il maxischermo allestito fuori (la partita per gli azzurri italiani si è però conclusa con una sconfitta).

Il match leccese è stato piuttosto equilibrato sino a quando le azzurre non hanno subito i tre punti di svantaggio con un drop segnato dalle gallesi. Da lì hanno tentato di tutto per risalire e segnare, non sono quindi mancati placcaggi, mischie e le rimesse laterali (dette “touche”) in cui alcune giocatrici hanno sollevato la compagna per prendere la palla. Sono stati questi i momenti sicuramente più apprezzati dal pubblico per la maggior parte non abituato ad assistere alle partite di rugby. A segnare i 3 preziosi punti di pareggio per l’Italia è stata Michela Sillari, 26enne di Parma, tre quarti centro.

Le italiane al momento hanno dovuto quindi abbandonare il primo posto in classifica, detenuto dall’Inghilterra con 10 punti, e scendere al secondo posto con 7 punti. Seguono la Francia con 6, l’Irlanda con 5, il Galles con 2 e la Scozia con 0. Ma tutto è ancora da giocare, ci sono ancora altre tre partite da affrontare. La prossima, la terza, il 23 febbraio sarà contro l’Irlanda e si svolgerà a Parma, a cui seguirà il 9 marzo la trasferta contro l’Inghilterra ad Exter ed in fine il 17 marzo con la Francia a Padova. Ed in ognuna di queste ci sarà sicuramente più di un salentino a tifare per le rugbiste azzurre.


Articoli più letti