Spettacoli in teatro da San Valentino a Pasqua in tutta la Puglia

  • In BARI
  • gio 07 Febbraio 2019
Spettacoli in teatro da San Valentino a Pasqua in tutta la Puglia

La Regione con il Teatro Pubblico Pugliese continua a fare della cultura un attrattore turistico

BARI - Da San Valentino a Pasqua, ma anche sino alla fine del mese di aprile 2019, il teatro in Puglia offre 400 spettacoli per emozionare con prosa, musica, danza, circo contemporaneo, teatro per ragazzi in pomeridiana per le famiglie, teatro ragazzi per le scuole, laboratori e attività di promozione del pubblico sul territorio e matinée.

Nella bella stagione tra fine inverno e primavera la Puglia offre 400 motivi in più per far conoscere città e luoghi, insieme con i contenitori culturali spesso gioielli o gioiellini da scoprire con capolavori d’arte custoditi all’interno e la storia che racchiudono, insieme con le performance di attori, ballerini, cantanti e musicisti. Un ulteriore occasione per le città ad aprirsi all’accoglienza e per regalare altre giornate e serate meravigliose di cultura, arte, spettacolo, lettura, mostre, enogastronomia, facendo del teatro e dello spettacolo un ulteriore attrattore turistico.

Dal Gargano al Salento con il Teatro Pubblico Pugliese (consorzio regionale per le arti e la cultura), la Regione Puglia-Regione Puglia-Assessorato all'Industria turistica e culturale e Gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, da ormai due anni sono stati realizzati eventi che hanno attirato oltre 182.887 spettatori (solo nell’ultimo anno) per più di 800 spettacoli, tra cui 58.400 ragazzi e 255 scuole coinvolte, con l’impegno di 55 compagnie pugliesi oltre a quelle nazionali e internazionali. Insomma la Puglia del teatro è cresciuta del +7% nell’ultimo triennio e del +5% solo nel 2018.

La Puglia continua ad investire sulla formazione del pubblico, incidere sulla sete di conoscenza delle persone, dei giovani in particolare, così, che si sentano stimolati a “consumare” quotidianamente cultura. Per questo per la prossima primavera la Puglia si farà palcoscenico di un grande dibattito sul teatro e lo farà confrontandosi con le più importanti realtà contemporanee. I risultati raggiunti sino ad oggi lo si deve all’intuizione politica e culturale della Regione Puglia, ma anche all’efficienza della struttura che ci lavora, dal Cda a tutti gli uffici.

In tutti i teatri del Teatro Pubblico Pugliese-Consorzio regionale per le arti e la cultura, rete che ha per soci la Regione Puglia e oltre 50 Comuni da Nord a Sud del tacco d’Italia, è uno scorrere di titoli, nomi, piazze, città, teatri. 400 momenti, in date, orari e città diverse, in tutte le province. Una danza che accomuna paesaggi, visioni, persone, pubblici che ogni giorno sono in questi luoghi a guardare e sognare, ad emozionarsi per drammaturgie del passato e del momento, di tradizione e contemporanee. Sul sito web del Teatro pubblico pugliese basta digitare il periodo interessato e vengono fuori tutti gli appuntamenti (alcuni ve li annunciamo qui di seguito): una buona occasione per riflettere sul fatto che nel giorno di San Valentino o nel periodo pasquale possiamo andare a teatro scegliendo tra centinaia di appuntamenti.

In primavera la Regione prevede anche un forum per un bilancio su cosa è stato fatto, su come migliorare le nuove politiche teatrali, dello spettacolo dal vivo, e per capire a cosa guardare, a cosa puntare. Il mondo del teatro pugliese si chiamerà a raccolta per raccontarsi e tirar fuori le criticità sulle quali ragionare insieme e parlare, per progettare, per andare avanti.

Per il giorno di San Valentino, 14 febbraio, ad esempio per i ragazzi ci sono “Diario di un brutto Anatroccolo” al teatro “Rossini” a Gioia del Colle, mentre a Nardò il Teatro Comunale offre “Amici, maori, amanti (ovvero la Verità)” con Pino Quartullo, Eva Grimaldi, Daniela Poggi, Attilio Fontana (a Putignano il 15 febbraio, il 16 a Bitonto, il 17 a Melendugno), per la musica concerto dei Tiromancino al Cinema Teatro Nuovo a Martina Franca, e poi Lello Arena in “Parenti Serpenti” al Teatro “Domenico Modugno” ad Aradeo. Dal 15 in poi tanti gli spettacoli a Grottaglie, Massafra, Taranto, Canosa di Puglia, Barletta, Bisceglie, Conversano, Polignano, Bitonto, Rutigliano, Bari, San Severo, Foggia, Cisternino, Fasano, Mesagne, Ostuni, Galatone, Melendugno, Ceglie Messapica, Lecce,

In Puglia arriverà Vittorio Sgarbi con un suo spettacolo dedicato a “Leonardo”, sarà il 18 febbraio a Fasano e il 19 a Cerignola, e prima di Pasqua (quest’anno arriva il 21 aprile), a Taviano il 16 aprile ci sarà Massimo Lopez con la Jazz Company in “Sing and Swing”, sempre il 16 a Canosa “Mio fratello rincorre i dinosauri” con Christian Di Domenico, mentre a Cisternino “Lo soffia il cielo” con la compagnia Trento Spettacoli, nello stesso giorno a Ceglie Messapica è di scena “Metamorfosi” con Gaetano Colella, Enrico Messina e Daria Paoletta, mentre il 17 aprile a Lecce, la Compagnia La Luna Nel Letto e l’associazione culturale Tra Il Dire e Il Fare metteranno in scena “Club 27”. Subito dopo la pausa per le festività pasquali si riprende a Bari, al Teatro Petruzzelli, con Alessandro Baricco legge “Novecento” il 23 e 24, mentre il 24 al Teatro Paisiello di Lecce “Il Paese che non c’è – Viaggio nel popolo delle montagne” con Gianluigi Gherzi, Fabrizio Saccomanno e poi il 27 aprile al Teatro Fusco di Taranto “Diodato”.