Un concerto per inaugurare l'anno accademico del Conservatorio Schipa

  • In LECCE
  • ven 01 Febbraio 2019
Un concerto per inaugurare l'anno accademico del Conservatorio Schipa

Sul palco l'Orchestra sinfonica del Conservatorio e i ballerini del "Balletto del Sud"

LECCE - Il Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce inaugura l'anno accademico con “Mouvements”. L'Orchestra Sinfonica del Conservatorio proporrà per la serata inaugurale, prevista alle ore 20.30 del 2 febbraio 2019, la “Suite dallo Schiaccianoci” di Ciaikovskij e nella seconda parte “Il Carnevale degli Animali” di Camille Saint-Saëns danzato dal corpo di ballo del “Balletto del Sud”.

Lo spettacolo, in programma al Teatro Politeama Greco di Lecce per l’inaugurazione ufficiale dell’anno accademico 2018/19 del Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce, vedrà sul palco tutti e 75 gli elementi componenti l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio. Studenti, docenti e collaboratori esterni, diretti dal maestro Giovanni Pellegrini, di Polignano a mare, dopo essersi esibiti nella suite di Ciakoskij, suoneranno per accompagnare i 18 danzatori professionisti (tra cui 4 solisti, nove studenti) sulle coreografie di Fredy Franzutti che ha fondato nel 1995 il “Balletto del Sud”.


>


Il Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce è uno dei principali istituti musicali del Sud Italia, con circa 1.000 studenti e 130 insegnanti impegnati in tutte le tipologie della prassi e della teoria musicale. Attualmente, direttore è il maestro Giuseppe Spedicati e presidente è Biagio Marzo. Dal 2017 sono loro a voler voluto fortemente il concerto di inaugurazione dell’anno accademico, come momento di apertura culturale al territorio della prestigiosa istituzione leccese che conta numerosi studenti, anche stranieri, e professori di alto valore artistico e didattico. Nella tradizione di questi ultimi anni, inoltre, il Conservatorio ha creduto opportuno dedicare l’evento a questioni culturali, sociali, economiche e civili che caratterizzano la Puglia. Quest’anno la serata sosterrà la campagna "Salviamo La Gazzetta del Mezzogiorno", quotidiano che rappresenta un grande patrimonio della cultura, dell’informazione e del giornalismo meridionale. Sarà presente, inoltre, un rappresentante di Confindustria. L'evento sarà condotto dal caporedattore del TgrPuglia Attilio Romita e dalla giornalista Roberta Morleo.

L’iniziativa è organizzata dal Conservatorio di Musica Tito Schipa, Istituto di Alta Cultura del Miur (settore Alta Formazione Artistica e Musicale italiana), con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Lecce. Il servizio accoglienza sarà curato dagli studenti degli istituti superiori leccesi “Francesco Calasso” e “Presta Columella”. Il concerto sarà replicato il 15 febbraio 2019 al Teatro Comunale di Ceglie Messapica, sede distaccata del Conservatorio.

Il Conservatorio di Lecce, intitolato a Tito Schipa, il celebre tenore di grazia che finanziò la fondazione dell'istituto negli anni Trenta, è riconosciuto nel settore Afam (Alta Formazione Artistica e Musicale) del Miur e annovera quattro orchestre: l'Orchestra Sinfonica, l'Orchestra di Fiati, la Jazz Band e un'Orchestra Sinfonica Giovanile, e vari ensemble vocali e strumentali.

L'offerta formativa comprende trentadue indirizzi, per il percorso Accademico di primo e di secondo livello. Sono anche attivi corsi di formazione pre-accademica. Particolarmente innovativo è il corso di studi della Scuola di Musica Elettronica e di Composizione Pop-Rock.
Molto attivo è il Progetto Erasmus con cui il Conservatorio si relaziona con numerosi paesi europei. Sono attivi anche dei corsi di perfezionamento per studenti stranieri extracomunitari, per agevolarne l'inserimento nei corsi accademici di triennio e biennio. La Biblioteca dispone di 11.000 testi, tra cui 500 manoscritti. L'Istituto ha una sezione staccata a Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. La Stagione concertistica del Conservatorio è al centro della vita artistica e sociale della città, in una Regione, la Puglia, che ha fatto della promozione culturale e dell'accoglienza il suo impegno elettivo.