Due città pugliesi coinvolte nell’abbraccio collettivo per l’autismo

  • In FOGGIA
  • mer 30 Gennaio 2019
Due città pugliesi coinvolte nell’abbraccio collettivo per l’autismo

La maratona in acqua organizzata da operatori e fondatori della Tma, la Terapia multisistemica in acqua

FOGGIA -

Per la Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, istituita nel 2007 dall’Onu e celebrata il 2 aprile di ogni anno, non mancherà l’abbracciata collettiva. Si tratta della quarta edizione e sarà ospitata in numerose strutture sportive con piscina di tutta Italia, tra cui quelle di Foggia e Brindisi.

L’evento organizzato da operatori e fondatori della Tma, la Terapia Multisistemica in Acqua metodo Caputo-Ippolito, vuole avvicinare più persone possibili alla realtà dell’autismo di cui spesso si conosce poco o nulla e che, a torto, spaventa chi non la vive quotidianamente portando ad una conseguente emarginazione di chi ne è affetto e delle loro famiglie.


>


Visto il grande successo delle edizioni precedenti, l’evento è riproposto per il quarto anno consecutivo, nei giorni 30 e 31 marzo 2019, oltre che nelle due città della Puglia, in altre 8 regioni e 9 città: nel Lazio a Roma, in Campania a Napoli, in Toscana a Firenze, in Lombardia a Milano, in Veneto a Treviso, in Calabria Reggio Calabria, in Sicilia a Siracusa e in Piemonte ad Alessandria e a Torino.

L’evento “Abbracciata collettiva” è una maratona natatoria di 30 ore (dalle ore 7.30 del 30 marzo alle 13.30 del 31 marzo). Ogni partecipante, di qualunque età, potrà contribuire nuotando, galleggiando, stando in corsia per un minimo di 15 minuti insieme ai ragazzi che svolgono durante l’anno la Terapia Multisistemica in Acqua (Tma). Sarà un modo concreto per avvicinare bambini, ragazzi e adolescenti a coetanei affetti da autismo che in acqua ritrovano quelle capacità di relazionarsi che in altri ambienti hanno difficoltà ad esprimere. Tutti i partecipanti comunicheranno il proprio nome e i metri percorsi in vasca all’assistente bagnante. I metri percorsi in vasca rappresenteranno simbolicamente il tentativo di avvicinarsi alle problematiche delle famiglie dei bambini con disturbo dello spettro autistico. Un modo per condividere con loro, una piccola parte del percorso della loro vita, un modo per “ab-bracciare” le loro cause finalizzate al riconoscimento dei diritti dei loro bambini speciali, spesso negati. Un segno di vicinanza e di condivisione attraverso lo sport che riesce ad abbattere le barriere e a rendere tutti uguali. In particolare il nuoto e l’attività in acqua, attraverso la Tma-metodo Caputo Ippolito, offre grandi opportunità di integrazione e di rieducazione.

Per la partecipazione è prevista un offerta libera. La somma raccolta, detratti i costi per l’organizzazione dell’evento, sarà devoluta interamente alle famiglie dei bambini con autismo che hanno meno opportunità economiche, per offrirgli la possibilità di effettuare la Tma durante l’anno, così facendo si cercherà di ridurre il costo mensile che le famiglie si trovano a pagare per garantire la terapia ai propri figli. Ogni partecipante, se ne ha conoscenza, potrà stabilire direttamente a chi devolvere il proprio contributo. Tutti coloro che fossero interessati a partecipare a questa grande esperienza che arricchirà umanamente chiunque partecipi, nonchè instaurare nuove e speciali amicizie, troverà ulteriori informazioni su come aderire alle due giornale sul portale web “Terapia multisistemica” nonché le strutture dove si svolgerà in contemporanea l’abbraccio collettivo.