La squadra cittadina ha il suo album di figurine

La squadra cittadina ha il suo album di figurine

Da oggi in vendita, anche allo stadio, per sostenere le spese della società

FASANO - Le squadre di calcio, quelle delle serie cosiddette ‘minori’ ma che spesso di ‘minore’ non hanno nulla se non la scarsità di investimenti da parte di privati, dimostrano sempre di avere originali iniziative per gli autofinanziamenti per la copertura delle spese della società.

Tutte le squadre di calcio hanno infatti necessità di comprare divise, palloni per allenamenti, affitto di campo e tanto altro. Come sostenere tutto questo.


>


Ecco l’idea dell’US Città di Fasano militante nella serie D girone H che, per il secondo anno consecutivo, ha pubblicato e messo in distribuzione l’album per la raccolta di 350 figurine proprio come fanno le grandi squadre di serie A o la Nazionale italiana.

La novità dell’album per il Campionato 2018-19, iniziativa voluta fortemente dalla società biancazzurra e dall’associazione “Il Fasano siamo noi”, è quella di aver inserito tra le figurine dei giocatori, allenatori, collaboratori e dirigenti, anche quella del medico, del magazziniere, tutti gli iscritti al settore giovanile e gli oltre 50 soci, locali e internazionali, dell'associazione "Il Fasano siamo noi", insieme con le immagini dei tifosi esultanti con gli atleti immortalati in alcuni dei momenti più belli della stagione in corso.

Molte delle immagini, soprattutto quelle dei soci, sono state scattate nei primi giorni di dicembre grazie ad appuntamenti fissati dagli organizzatori che hanno fatto trovare ai partecipanti volontari la nuova divisa ufficiale della squadra con la quale si sono messi in posa.

Gli album sono in vendita da oggi, 18 gennaio 2019, al prezzo di 3 euro mentre i pacchetti di figurine 0,70 centesimi l’uno. Le foto sono realizzate da Riccardo Dibiase. Tra i punti vendita, raddoppiati rispetto all’iniziativa dello scorso anno, c’è pure l’ufficio dello stadio "Vito Curlo", insieme con i Banchetti Stadio "Curlo" durante le partite in casa.

Non resta che acquistare e iniziare la collezione per poi passare allo scambio con le mitiche frasi “ce l’ho, non ce l’ho o mi manca” o come direbbe l’ex iena Victoria Cabello “celo, manca”.